Come mi è venuta l’idea del podcast? Semplice: sono ormai ovunque nel web, quindi perché non approfondire un po’ l’argomento?

Prima un po’ di teoria, un po’ alla Alberto Angela.

I podcast nacquero circa vent’anni fa per un colpo di genio del noto Steve Jobs. La radice del nome “pod” deriva infatti da iPod, lanciato da Apple nei primi anni 2000.

Il podcast non è uno strumento nuovo.

Questo piccolo e semplice file audio, che coinvolge gli utenti in una profonda esperienza uditiva, non è una novità! E quindi ci si potrebbe chiedere: perché è si è diffuso così tanto solo negli ultimi anni?!

Possiamo dire che il podcast, con tutto il suo potenziale, è rimasto nascosto per tutto questo tempo; e nessuno ci ha fatto molto caso: per molti anni era la dimensione visiva quella da sviluppare e da stressare, quell’esperienza visiva che si stimola con immagini, colori, video, creatività e chi più ne ha più ne metta! 

Ma ad un certo punto i nostri occhi hanno iniziato ad essere un po’ troppo sovraccaricati fornendo al podcast il momento migliore per potersi affermare! Secondo Nielsen, nel 2020, gli ascoltatori di podcast sono stati ben 13,9 milioni, 1,8 milioni in più rispetto al 2019.

Ecco allora che prende piede sempre di più il podcast marketing, ovvero la possibilità di usare contenuti audio per ottenere vantaggi per il proprio business. Ma attenzione… è vero che oggi il podcast va di moda, ma rimane uno strumento da utilizzare in modo ragionato. In particolare, il podcast risulta essere più adatto in certi contesti e per raggiungere certi obiettivi.

Relativamente ai contesti, possiamo distinguere tra: 

  • Contesto specifico e puntuale;
  • Contesto generico e ampio.

Il nostro amico podcast risulta essere più adatto se usato in contesti specifici, quindi relativi a un tema ben individuato. E questo per una ragione semplice: si tratta di un audio di circa mezz’ora, una persona si deve mettere di sua spontanea volontà ad ascoltarlo, dedicandogli quindi del tempo

Relativamente agli obiettivi, invece, il podcast marketing risulta essere uno strumento di successo per raggiungere obiettivi di awareness, identity e reputation del brand. 

Il branded podcast permette di: 

  • comunicare messaggi e valori aziendali rafforzando l’identità del brand;
  • spingere il cliente a compiere un qualche tipo di azione, come una ricerca su Google o sui social, un passaparola con amici o colleghi e così via;
  • raggiungere un determinato target con utenti fidelizzati;
  • rendersi distinguibili dai competitor che ancora non utilizzano questo mezzo.

Ma la vera grande potenza del podcast all’interno di una strategia di marketing è la possibilità di umanizzare il brand. Il podcast è voce e questo rende più efficace la comunicazione di valori ed elementi difficili da esternalizzare con successo. 

Grazie al branded podcast, il brand risulterà più umano, più vicino al cliente e alla community a cui si rivolge. Se poi a questo strumento si affianca anche l’esperienza visiva, il brand sarà in grado di raggiungere gli utenti offrendo loro un’esperienza completa.