Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
ddd

Si è da poco concluso uno degli eventi più attesi dell’anno, il Digital Design Days. Non ha deluso le aspettative, sia per quanto riguarda l’affluenza, che per la qualità degli speech. Oltre alle realtà più affermate ed emergenti del mercato italiano, erano presenti numerosi relatori internazionali che hanno portato il loro know how, consigli e riflessioni.
Gli interventi sono stati per lo più concettuali, andando anche a toccare tematiche non strettamente correlate al digital design, ma comunque molto interessanti ed a volte illuminanti.

Dal Design Based all’approccio Human Centred, alle competenze che oggi deve avere un Digital Designer, vi proponiamo i progetti più innovativi presentati al Digital Design Days!

Motion Creative

L’evento si apre con l’intervento di Nerdo, che ci racconta qualcosa di più sulla loro realtà. Come sono nati e cresciuti, fino a diventare una realtà affermata nel campo dell’animazione video.
Raccontano l’impegno e gli sforzi che hanno dovuto affrontare e ci presentano lo spettacolare video realizzato appositamente per il #DDD2016. Un progetto realizzato in circa un mese e mezzo da un team di 4-5 persone, lavorando con ritmi serratissimi e consegnato la sera prima dell’evento.

Da Milano a Dubai

Bellissimo speech della realtà Perugina “Thinking About”. Sono una realtà emergente davvero interessante e che con grande successo si stanno misurando in progetti davvero creativi e innovativi. La case history presentata, Da Dubai a Milano con Kinder Plus Sport, riguardava un progetto realizzato In occasione di Expo2015 e del contemporaneo lancio dell’iniziativa di CSR kinder Plus Sport negli Emirati Arabi Uniti, hanno aiutato Filmmaster MEA e Ferrero nell’ideazione e nello sviluppo di un’operazione multicanale che potesse contribuire a costruire la cultura del movimento in maniera coinvolgente ed innovativa.
Kid Steps Count è il main concept che ha guidato l’operazione coinvolgendo alcune scuole di Milano e Dubai in una sfida importante: coprire tutti insieme “a piedi” la distanza tra le due città.
Hanno dotato i bambini di un braccialetto NFC e collegato tutte le scuole tra loro in real time attraverso chioschi interattivi. Ogni giorno i bambini scaricavano i loro passi, semplicemente avvicinando il braccialetto al totem e ricevendo messaggi di feedback e animazioni personalizzate in base all’attività fisica svolta. I passi accumulati nella vita reale venivano trasformati automaticamente in crediti per partecipare online al gioco ufficiale di Kid Steps Count: un endless running game sviluppato ad hoc per l’operazione in tecnololgia 3D webgl. In occasione di EXPO 2015, per celebrare la fine dell’operazione, hanno trasformato il gioco in un’installazione interattiva Kinect che ha permesso di far giocare insieme i bambini di Dubai e quelli di Milano.
Davvero un lavoro incredibile.

KASH: il rapporto fra designer e denaro

Divertente e interessante lo speech di Stefano Scozzese, dove sposta l’attenzione sull’aspetto imprenditoriale del Digital Design, condividendo esperienze e consigli per riuscire ad affermarsi e migliorarsi in un settore bellissimo ma allo stesso tempo difficile. Condivido con voi una citazione molto interessante: “Per avere qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto”.

Coltivare Talenti

Belle parole anche quelle di “AWD agency”, piccola realtà composta da circa 10 persone, che stupisce per la qualità dei suoi progetti, pur se affrontati con un team cosi ridotto.
Il focus dello speech, è stato l’importanza del team, della condivisione e del valorizzare le persone. Ha voluto sottolineare come gli imprenditori italiani, hanno un compito molto importante. Quello di “coltivare talenti” e che per farlo è importante dare la possibilità ai propri collaboratori, di sentirti parte di qualcosa e di credere in un obiettivo comune. Facendogli capire che hanno un ruolo importante all’interno dell’agenzia e dandogli libertà e autonomia. Una libertà finalizzata all’auto-responsabilizzazione.

Design Based e Human Centered

Sul piano internazionale, sono rimasto molto colpito dall’intervento di Buston Rast, designer per l’azienda “Ideo”. Il suo talk, molto concettuale, mi ha colpito perché mi ha portato a riflettere sull’importanza del design dal punto di vista umanistico. Si sostiene che tramite il design, possiamo portare un miglioramento per il mondo in cui viviamo e le persone che ci circondano. “Design is, at its core, about solving for human problem”.

Cosa serve per essere un Digital Designer

Passando agli speech più tecnici, molto interessante quello dell’azienda “Upspring”. Concentra l’attenzione sul designer e sulle competenze che deve avere oggi un digital designer:

  • Non è più sufficiente avere delle ottime competenze grafiche, ma bisogna andare oltre,
  • La comprensione delle tecnologie di applicazione, gioca un ruolo fondamentale, per la progettazione di concept grafici, per lo studio della UX e per l’interfacciamento con Dev, Interaction Designer ecc…
  • La conoscenza di software, tecnologie e linguaggi sono fattori determinanti per potersi affermare come Digital Designer,
  • Avere competenze grafiche, motion graphic, 3d, post produzione, html & css.

Progetti innovativi e applicazioni della tecnologia 360vr

Ottimo speech di “Monogrid”, che presenta un bellissimo progetto legato alla serie “Gomorra”.
Il cuore del progetto è la tecnologia 360 vr, sulla quale è basato tutto il sito che hanno realizzato.
Pur essendo estremamente orgogliosi del lavoro svolto, proprio perché hanno avuto la possibilità di approfondire questa tecnologia, sostengono che ha svariati punti di debolezza, in particolare il fatto che sia poco scalabile e customizzabile per i vari device di applicazione.
Di seguito un making off e il link al sito

 

Snapchat una vera e propria rivoluzione

Infine concludo con l’azienda italiana “Aquest”. Giuliano Ambrosio (Julius Design), ci ha illustrato l’evoluzione di Snapchat e come quest’ultimo ha stravolto il mondo dei social network, introducendo tantissime novità davvero geniali.
In primo luogo, Snapchat è innovativo dal punto di vista della UX, infatti è stato il primo a rimuovere il menu di navigazione. L’applicazione è navigabile tramite “swipe”. A seconda della direzione possiamo accedere a specifiche sezioni dell’app.
In secondo luogo è stato rivoluzione per quando concerne l’ADV. Tramite i filtri (lens) ed i geofiltri, ha introdotto un nuovo modo di fare adv. Eccezionale l’obiettivo dell’azienda “Taco Bell” che tramite un geofilter ha raggiunto 240 milioni di view in sole 24h. Numeri davvero eccezionali e che ci portano sicuramente a tenere d’occhio gli sviluppo di Snapchat.

Conclusioni

In conclusione, ribadisco come il Digital Design Day, non abbia deluso le aspettative e abbia aperto le porte ad un evento che mancava al panorama Italiano.

Consiglio vivamente di partecipare all’edizione del 2017.

Commenti