Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

adwords annunci espansi

Chiunque usi Google Adwords da tempo non avrà potuto fare a meno di notare che quest’anno il colosso di Mountain View ha apportato diversi cambiamenti alla propria piattaforma di Online Advertising.

Il primo e importante cambiamento è stato quello dell’eliminazione della colonna destra degli annunci in SERP, fino ad arrivare, negli scorsi giorni a rilasciare i nuovi Annunci Espansi.

L’annuncio di questi nuovi formati per la rete Search (ma anche Display testuale) era stato dato a fine Maggio, seguito poi da una fase di testing e roll out per i vari utenti. Da qualche giorno questi nuovi formati sono disponibili a tutti, noi li abbiamo testati e vogliamo spiegarvi un po che cosa sono e che vantaggi possono portare alle vostre campagne!

Prima di tutto Google dice:

“Gli annunci di testo estesi sono considerati la nuova generazione degli annunci di testo, in quanto sono progettati per un mondo dominato dai dispositivi mobili, tenendo ben presente le esigenze sia degli utenti che degli inserzionisti. Gli annunci di testo estesi danno agli inserzionisti ulteriore controllo sui messaggi e forniscono agli utenti maggiori informazioni ancora prima che facciano clic sul tuo annuncio.”

Dalla dichiarazione di Google si conferma il trend (ormai più che consolidato) del Mobile First, quindi dell’adattamento progressivo di tutti gli strumenti pubblicitari verso la navigazione mobile.

Se da un lato con l’eliminazione della colonna destra Google aveva “tolto” spazio per le inserzioni, con gli annunci espansi ogni inserzione ha più spazio. Gli annunci espansi, infatti, a differenza di quelli tradizionali danno all’advertiser la possibilità di utilizzare 80 caratteri in più per descrivere il prodotto o il servizio da promuovere.

Il differente formato degli annunci

adword search espansi

I campi del titolo ora sono 2 e non più uno, della lunghezza massimo di 30 caratteri e non più di 25. L’url di visualizzazione utilizzerà il dominio dell’url di destinazione. L’url di visualizzazione potrà essere personalizzato tramite 2 campi, della lunghezza massima di 15 caratteri ciascuno, detti “Percorso”. Insomma c’è più spazio per essere creativi e convincenti a livello di copywriting.

Queste sono le principali implicazioni a livello tecnico. La domanda ora è: potrò continuare ad utilizzare gli annunci tradizionali presenti sul mio account?

La risposta è si, potrai continuare ad utilizzarli, con l’unica limitazione della modifica, ovvero potrai modificare gli annunci tradizionali solo fino al 26 Ottobre 2016, dopodiché potrai creare solo nuovi annunci espansi. Quelli tradizionali rimarranno comunque online, ma non più modificabili. 

Discorso differente è quello della modifica degli annunci tradizionali in annunci Espansi. Vi sono differenti modalità di effettuare modifiche massive, sia tramite l’interfaccia web che tramite Adwords Editor. Il consiglio in questo caso però è quello di non aggiungere semplicemente un nuovo titolo e di modificare l’url, ma la strada più “lunga”, ovvero quella di utilizzare il nuovo testo aggiuntivo per ripensare il copy degli annunci per aumentarne l’efficienza e il CTR!

(Photocredits Shutterstock)

Commenti