fbpx

Adv-fiera

Le fiere di settore sono un importante scenario dove le imprese, soprattutto del settore B2B, riescono a creare importanti accordi commerciali: proprio per questo motivo è fondamentale capire come comunicare ai possibili partner la propria presenza in fiera in modo efficace ed efficiente.

Fra gli strumenti più utili per trasmettere al pubblico l’immagine del brand e la partecipazione ad eventi fieristici vi è senza dubbio la comunicazione a livello organico, costituita dalla condivisione di articoli sul proprio blog e aggiornamenti sui canali social e newsletter.
Per un effetto più immediato e indirizzato a utenti con specifiche caratteristiche, vi sono tuttavia alcuni strumenti di advertising in grado di raggiungere il proprio specifico target in modo chiaro e sintetico, così da veicolare tutte le informazioni necessarie per essere trovati fra i numerosi espositori in fiera.
Il maggior punto di vantaggio nell’utilizzo di strumenti di advertising per comunicare la propria presenza in fiera consiste nella possibilità di scegliere con cura gli utenti che riceveranno il messaggio. Sarà infatti possibile rivolgere la comunicazione a chi sta cercando informazioni sulla fiera o a chi risulta avere un determinato profilo professionale.

Qui di seguito trovate alcuni strumenti che, combinati o presi singolarmente, possono aiutare a informare i visitatori sulla partecipazione all’evento e portare allo stand potenziali clienti:

  • Google AdWords: grazie alla capacità di riproporre risultati in linea con le ricerche esplicite degli utenti, una campagna Google AdWords Search rappresenta uno strumento molto valido in grado di intercettare utenti alla ricerca di informazioni relative alla fiera.
    Acquistare keywords a corrispondenza esatta per il nome della fiera (quando è possibile) può dare risultati molto positivi soprattutto se all’annuncio viene associato una landing page studiata appositamente per l’evento, che permetta anche di raccogliere appuntamenti.Sono tre le cose da tenere a mente quando si struttura una campagna di questo genere che possono migliorare di molto i risultati:

    • nel testo dell’annuncio deve essere riportato il nome della fiera (per coerenza con le keyword acquistate), il nome dell’azienda espositrice e l’allocazione dello stand all’interno della fiera;
    • all’interno della landing page l’utente deve trovare tutte le informazioni necessarie e convincenti per decidere se recarsi presso lo stand;
    • le estensioni d’annuncio sono un elemento che può migliorare, oltre al punteggio di qualità dell’annuncio, la completezza delle informazioni anche verso un utente che non atterra sulla landing page (ad esempio utilizzare estensioni d’annuncio come quelle di chiamata facilita il contatto con l’utente, mentre l’utilizzo delle callout permette di mettere in evidenza le caratteristiche dell’offerta fieristica e dei servizi aziendali).
  • LinkedIn InMail ads: se invece vogliamo rivolgere un invito più formale e personale al nostro target le LinkedIn InMail ads sono lo strumento più adatto per intercettarlo, soprattutto se di questo conosciamo precise caratteristiche, come il settore di appartenenza, il ruolo aziendale o gli anni di esperienza lavorativa.
    Le LinkedIn InMail ads si presentano come normali messaggi nella casella di posta del proprio profilo LinkedIn ed è per questo che devono essere studiate nei minimi particolari al fine di non indispettire il destinatario che non ha scelto di ricevere il messaggio promozionale.
    Un’ulteriore particolarità e punto di forza di questo strumento è che i messaggi inviati devono essere firmati da un reale utente di LinkedIn, preferibilmente una figura commerciale dell’azienda, che può formalmente invitare in prima persona il destinatario dell’ads rendendo più personale e meno freddo il messaggio.
    LinkedIn-inmail
  • Social adv: se è importante anticipare la presenza in fiera prima dell’evento è altrettanto importante farlo durante lo svolgimento dello stesso.
    Durante la manifestazione è infatti possibile raggiungere il target con un’azione di awareness sui social attraverso la sponsorizzazione di contenuti real-time nello stand. Geolocalizzando la campagna con un raggio di un chilometro dalla sede della fiera saranno colpiti da adv tutti gli utenti partecipanti, i quali, attraverso un copy studiato ad hoc, potranno informarsi sulla localizzazione dello stand e su ciò che propone.

La nostra esperienza ci ha permesso di ragionare su quanto la comunicazione di partecipazione all’evento debba avvenire con largo anticipo e su come l’advertising possa essere uno strumento molto utile all’ampliamento della copertura mediatica di questa comunicazione che deve essere strutturata e pianificata.
L’advertising permette di ottenere risultati molto positivi, soprattutto se l’intenzione è quella di raccogliere e pianificare incontri durante tutto il periodo della fiera con nuovi partner commerciali.

Condividi!

L'AUTORE

ALTRI ARTICOLI DI Elisa Moretto