Instagram ha svelato alcuni segreti sul funzionamento del proprio algoritmo, spiegando quali sono i fattori che influenzano la visualizzazione dei post nel feed degli utenti.
Dal luglio 2016, Instagram ha sostituito la precedente visualizzazione, che seguiva un ordine cronologico inverso, con un nuovo algoritmo che personalizza il feed di ciascun utente. Secondo alcuni studi, anche se due diversi account seguissero esattamente gli stessi profili, questi avrebbero due feed diversi, personalizzati a seconda delle proprie interazioni. Secondo le dichiarazioni di Julian Gutman, Product Lead di Instagram, con la precedente visualizzazione, gli utenti Instagram si perdevano circa il 50% dei post pubblicati dai loro amici, mentre grazie al nuovo algoritmo gli utenti sarebbero in grado di visualizzarne il 90%.
Ma come avviene questa personalizzazione del feed? È proprio Instagram a svelare i tre criteri che influenzano maggiormente la visualizzazione dei post: l’interesse, la freschezza del contenuto e la relazione con l’utente che ha condiviso quel post.

  1. Interesse: Instagram tende a dare priorità ai contenuti che ritiene possano interessare a chi li vede. Per farlo, si basa sul comportamento passato dell’utente all’interno dell’app.
  2. Freschezza del contenuto: il social network tiene conto dell’immediatezza del post e del suo tempismo, dando maggiore visibilità ai post più recenti
  3. Relazione con l’utente: Instagram cerca di mostrare per primi i post condivisi dalle persone con cui l’utente ha un rapporto più stretto. Predilige quindi immagini e video postati da persone con cui l’account interagisce di più tramite likes, tag, commenti e messaggi in Direct.

 

Oltre a questi tre fattori, Instagram tiene conto della frequenza con cui l’app viene aperta e mostra nel feed i post migliori dall’ultima volta in cui è stato effettuato l’accesso. L’algoritmo considera anche il numero di persone seguite dall’account, con l’obiettivo di mostrare un feed diversificato, con post condivisi da persone diverse. Per questo motivo, se un utente segui molti profili, potrebbe visualizzare meno contenuti condivisi da uno specifico account. Infine, anche il tempo trascorso su Instagram influisce sulla tipologia di post che viene visualizzata nel feed. Infatti, se l’app viene aperta in sessioni molto corte, probabilmente verranno mostrati soltanto i “best post”.

Ma come sfruttare l’algoritmo di Instagram in favore del proprio brand?

Per avere successo con il profilo Instagram di un brand serve quindi cercare di sfruttare il funzionamento dell’algoritmo per far arrivare i post nel feed degli utenti target. Inoltre, nel social media marketing è importante creare contenuti rilevanti per i propri followers, in grado di attirare l’attenzione dell’utente e stimolare la sua reazione in pochi secondi. È quindi molto importante conoscere il tuo pubblico: cerca di capire quali siano i contenuti più importanti per loro e di incoraggiarli a condividere le loro opinioni.
L’algoritmo tende a premiare i profili che postano contenuti focalizzati su un tema. Un aspetto su cui lavorare è quindi la coerenza del profilo. Questo permette anche di concentrarsi sul proprio target, creare post che abbiano un valore per i followers e, quindi, catturarne l’attenzione. Per farlo, individua gli hashtag più strategici, i luoghi e gli influencer più rilevanti per il tuo target. Inoltre, commentare e mettere like ai post simili ai tuoi ti permetterà di far crescere il tuo account.
In aggiunta, per aumentare la visibilità dei propri post è consigliabile stimolare l’engagement. Un suggerimento è quello di fare domande che suscitino l’interesse e la curiosità della community, incoraggiando gli utenti a commentare i post e a taggare i loro amici.
Infine, è importantissimo avere una strategia. Sviluppare un piano social e avere un programma dettagliato delle uscite dei tuoi post ti aiuterà ad avere un maggiore controllo sul profilo e sui suoi risultati.

Commenti