Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
video-facebook

Che i video siano tra gli strumenti “prediletti” da Facebook e che la loro implementazione all’interno di una social strategy sia ormai indispensabile non è certo un mistero, ma se qualcuno avesse avuto ancora dubbi, sarà sufficiente dare un’occhiata alle ultime news relative alla piattaforma di Zuckerberg per capire che i video sono ormai un vero e proprio must have. In questi giorni, infatti, Facebook ha annunciato due grandi novità, cioè la possibilità di inserire sottotitoli automatici e le inserzioni pubblicitarie all’interno dei video.

La sottotitolazione dei video era già stata introdotta l’anno scorso in questo stesso periodo e la funzionalità si era rivelata subito una grossa agevolazione per chi faceva uso importante di questo tipo di media, considerato anche che i video vengono visualizzati in autoplay sul newsfeed ma senza audio. Secondo dati di Facebook, infatti, il 41% dei video condivisi sulla piattaforma sono di difficile comprensione se visualizzati senza audio, perchè sviluppati senza tenere in considerazione la modalità di riproduzione adottata da Facebook. L’introduzione dei sottotitoli, quindi, si era dimostrata da subito un ottimo alleato per poter rendere i filmati esplicativi anche se visualizzati in modalità silenziosa.

Con la novità introdotta in questi giorni (per il momento solo sulle pagine gestite da paesi anglofoni), non sarà più necessario caricare i sottotitoli insieme al video, tramite file .rst o inserimento manuale, ma sarà un apposito software di riconoscimento vocale a tradurre le tracce audio in testi in sovraimpressione tramite sottotitolazione automatica. Per i gestori delle pagine sarà sicuramente un aiuto considerevole, soprattutto in termini di risparmio di tempo. Ovviamente, poi, sarà possibile rivedere fotogramma per fotogramma i sottotitoli e procedere ad eventuali modifiche manuali.

Il fatto che Facebook stia puntando sempre di più sui video risulta ulteriormente evidente se si considerano le novità annunciate anche per quanto riguarda l’advertising. Sarà presto disponibile un nuovo strumento che permetterà la vendita di formati pubblicitari “mid-roll” che verranno visualizzati a video già iniziato, in maniera analoga a quanto accade già per i video di Youtube. Gli insider parlano di pubblicità che dovrebbero essere inserite all’interno dei video dopo una visualizzazione di almeno 20 secondi.

L’introduzione di questa novità punta anche a dare agli editori un importante strumento di guadagno, considerato che Facebook corrisponderà ai publisher il 55% delle vendite.

Siete davvero convinti che una digital strategy senza video possa ancora funzionare?

Serve anche a te? Pensi che la tua azienda ne abbia bisogno?
 

I nostri servizi


Commenti