Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
Linkedin

LinkedIn via Shutterstock

Poco tempo fa vi abbiamo raccontato di come Microsoft abbia acquisito LinkedIn per 26,2 miliardi di dollari, la più alta spesa mai sostenuta per assicurarsi un social medium.

La principale motivazione che ha portato il colosso di Redmond ad aprire i cordoni della borsa è l’intenzione di reinventare la propria produttività e i processi aziendali, facendo leva sulle sinergie realizzabili unendo il meglio dei prodotti di entrambe le corporation. Ciò, secondo le dichiarazione del CEO Satya Nadella, dovrebbe portare ad aumentare l’engagement dei rispettivi utenti e ad incrementare la rendita degli abbonamenti di software e della pubblicità.

Aldilà di tutto ciò, i cambiamenti pratici e visibili previsti dai vertici delle due aziende per il futuro di LinkedIn restano ancora nel campo delle probabilità. Almeno fino ad oggi.

 

Linkedin2

Secondo le indiscrezioni raccolte da business2businesscommunity, sembrerebbe che LinkedIn si stia preparando ad un cambiamento epocale della propria struttura, rivoluzionando il proprio network secondo una strategia che vedrà i video acquisire una sempre maggior influenza.

 

Come Facebook, più di Facebook

Appurato come i video siano tra gli strumenti più efficaci del web per la Call to Action, è molto probabile che LinkedIn imboccherà la stessa strada presa da Facebook un paio di anni fa: i video nativi, quelli cioè caricabili direttamente nella piattaforma, inizieranno a popolare anche il news feed di questo social.

Invece di appoggiarsi per l’upload a servizi di parti terze come YouTube e Vimeo, la caratteristica vincente di questa funzionalità risiede proprio nel fatto di mantenere l’utente all’interno del network. LinkedIn acquisirà sempre più una dimensione omnicomprensiva, abbinando le potenzialità di business prodotta dai video nativi con il core stesso del medium, cioè lo sviluppo di contatti professionali.

Più della metà degli accessi di LinkedIn sono effettuati tramite app: i principali cambiamenti acquisteranno senso, perciò, solo se verranno implementati principalmente per mobile, dando fin da subito la possibilità agli utenti di caricare, condividere e commentare contenuti nativi dal proprio smartphone.

 

Il tuo prossimo colloquio di lavoro sarà su LinkedIn

L’obiettivo ormai chiaro di LinkedIn è di consegnare ai propri fruitori un numero sempre maggiore di strumenti per gestire efficacemente la propria vita professionale online. È possibile che una delle svolte più importanti in questa direzione, in linea con quanto detto rispetto all’importanza che acquisirà il mezzo video, sarà l’integrazione con Skype.

Webinars, live chat e video call ma anche corsi di formazione e riunioni potranno essere effettuate direttamente all’interno del network grazie a un servizio che coprirà a 360°, o quasi, la tua esperienza lavorativa.
 

Linkedin3

 

Presto arriveranno anche i colloqui di lavoro ad arricchire l’offerta di un social network che prima di quanto immaginiate troverà un comodo posto vicino nel salotti dei grandi colossi come Apple, Google, Amazon e Facebook.

Commenti