Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
nico caradonna ottico del web

Occhiali via Shutterstock

 

La tua vita offline: chi è Nico Caradonna?

Sono Ottico Ortottista, specializzato in riabilitazione visiva ed un grande appassionato di tecnologia da sempre.

Lavoro al fianco di mio padre e mio fratello nel negozio di ottica di famiglia, un’attività con venti anni di storia che respira della solidità e della fermezza di mio padre (un vero imprenditore del settore) e della voglia di rompere gli schemi mia e di mio fratello.

Amo l’arte ed il design in modo viscerale. Per me non ci sarebbe vita nè lavoro senza queste due forme culturali che riempiono la mia giornata di grandi emozioni.

L’avvento dei social network mi ha dato una grande opportunità: farmi conoscere come esperto del settore dell’ottica e incontrare tante persone, perché oltre ai rapporti lavorativi, i vari Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest mi hanno regalato veramente tanti amici con i quali riesco a condividere tanti momenti felici anche fuori dalla “rete”.

Da uomo del sud sono appassionato di buona cucina e mi diletto a sperimentare piatti delle diverse tradizioni, quindi quando posso mi gusto un buon sushi, del cibo greco, ecc.

Infine, ma non per importanza, sono marito di Claudia, una compagna straordinaria che “viaggia” insieme a me alla scoperta del mondo.

 

Il settore dell’ottica: in Italia è in fermento o è in stallo? 

Il settore è in fermento, sarebbe azzardato dire che è in esplosione. Come molti sanno, l’Italia è stata per anni leader nella produzione di occhiali per brand provenienti da tutto il mondo, i quali hanno sempre apprezzavano lo stile e la qualità del nostro prodotto artigianale. Purtroppo per “contingenze” economiche e per scelte forse azzardate, anche nel nostro campo abbiamo fatto ricorso alla manodopera più economica, per questo molte grandi realtà dell’ottica hanno spostato i loro processi produttivi in oriente. Adesso il fenomeno sta pian piano rientrando ma sapete benissimo quanto è difficile ripristinare al 100% il processo, soprattutto perché la concorrenza estera rimane comunque spietata.

A nostro vantaggio gioca sempre la tradizione e vado fiero quando riusciamo a presentare modelli di occhiali Made In Italy che sono delle vere e proprie opere d’arte. Questa è la carta che possiamo e dobbiamo giocarci per continuare nella fase di ripresa.

 

Il digital marketing: una tua passione o una necessità?

La passione ha sempre mosso le cose più belle che ho fatto nella vita e in questo caso è stato un bene, perché oggi è impossibile fare a meno del Digital Marketing. Il settore dell’ottica si presta benissimo alla comunicazione online e noi tutti addetti ai lavori non potremmo rinunciarci. Il web è un mezzo immediato per raggiungere il nostro target di riferimento o per farla breve, per arrivare ai clienti che poi desiderano proprio quel modello di occhiali che è stato tanto sponsorizzato o visto in rete.

La cosa più interessante del Digital Marketing è proprio questa: è un fenomeno che appassiona, che impari a conoscere e costruire a tua immagine e somiglianza, in base a quello che realmente è il tuo obiettivo di business. Poi c’è anche l’aspetto umano, il web avvicina le persone e come si sa, non c’è niente di più funzionale di qualcosa che riesce anche ad emozionare.

 

nicocaradonna.it raccontaci il progetto: quando, come e perché è nato?

Il blog nasce in un periodo cruciale della mia vita lavorativa. Stavo entrando a pieno titolo nel negozio di famiglia e volevo a tutti i costi riuscire a far crescere il nostro negozio oltre i confini territoriali. Quindi da profondo appassionato di tecnologia ho deciso di dar vita ad uno spazio virtuale che permettesse a tutti gli utenti di conoscerci e di conoscere le bellezze del design eyewear, le tendenze fashion ma anche gli aspetti più tecnici e strettamente legati alla salute degli occhi. A questo punto del percorso devo dire che il progetto ha funzionato! Sempre di più sono gli utenti che mi contattano per consigli e pareri su soluzioni ottiche, consulenze nella scelta della montatura più adatta al proprio volto e informazioni su dove poter cercare alcuni modelli esclusivi che pubblico nei canali social, in particolare nella mia gallery di Instagram. Desideravo un luogo di scambio e di confronto, ma in poco tempo mi sono ritrovato ad essere etichettato come #OtticoDelWeb e questo mi ha gratificato moltissimo. La potenza del marketing online è proprio questa: non sai mai quello che ti aspetta!

 

Hai recentemente lanciato la rubrica video: quali sono gli obiettivi, e cosa ti aspetti?

La rubrica video è stata un’evoluzione della rubrica #OtticoDelWeb, ovvero un metodo più efficace che ho individuato per trasmettere meglio agli utenti i dettagli dei miei post. Farsi vedere è anche un modo per arrivare prima alle persone, perché il tono di voce, la postura, gli atteggiamenti e la gestualità fortificano il senso del messaggio. E poi diciamoci la verità, un professionista che parla di percezione visiva, di vista, di occhi… come può non farsi vedere?

 

La tua strategia sui Social: come la pianifichi e a cosa ti ha portato?

I miei post si dividono in due categorie: ci sono quelli pianificati che seguono gli appuntamenti modaioli, le fiere, i meeting, le grandi occasioni e quelli “del momento” che non sono previsti in nessuna strategia di pubblicazione ma che ad un certo punto decido di realizzare per essere sempre pronto a dire la mia, lì dove l’argomento riguarda la mia sfera di competenza. Io non credo tanto nella strategia dei contenuti, per me quello che conta è la qualità e l’utilità di un articolo o di un video. Amo molto l’approccio spontaneo ma non perdo mai di vista il posizionamento del mio blog. Dall’inizio di questa esperienza ho ben chiaro qual è l’utente che mi segue, per questo parlo sempre di argomenti interessanti per quel tipo di persona. Non mi interessa dialogare con la massa, chi mi segue vuole conoscere novità del mondo dell’ottica, degli occhiali di design, di percezione visiva e di innovazioni applicate alla visione.

 

Aziende e social in Italia: cosa vedi nel futuro?

Un connubio inscindibile. Ci vorrà ancora un po’ di tempo per seguire l’esempio delle aziende americane che ormai si muovono solo attraverso la voce dei blogger, ma ci stiamo avvicinando. La tendenza è ormai nell’aria ed io sto cercando di farmi trovare pronto!

 

 

Commenti