Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
Personal Branding via Shutterstock

Personal Branding via Shutterstock

Nell’era della digitalizzazione e della vita “always on line”, diventa sempre più importante sapersi distinguere dalla massa e imparare a veicolare la parte migliore di sé, in modo da crearsi una salda reputazione e da salvaguardarla nel tempo.

E questo non è importante solo per chi è alla ricerca del lavoro dei suoi sogni, magari in ambito web, ma è ancora più valido per i manager e per gli imprenditori che vogliono comunicare la qualità del loro lavoro e della loro azienda anche tramite un’oculata attività di personal branding.

Vediamo quali sono i 5 modi migliori per farlo.

 

Curare l’immagine, soprattutto on line

Presentarsi con profili completi foto adeguate è essenziale, soprattutto sui social network. Almeno su linkedin l’immagine deve essere professionale e rassicurante. È importante, poi, mettere in evidenza le proprie skill e comunicarle nel modo giusto.

 

Monitorare il web

Ascoltare la rete aiuta a capire in quale modo le persone parlano di un imprenditore e della sua azienda. Essenziale, poi, è imparare a rispondere alle critiche in modo costruttivo, senza barricarsi dietro a difese forzate o, peggio ancora, contrattaccando.

 

Partecipare agli eventi di settore

Sembra una banalità, ma gli imprenditori che capiscono quanto sia importante uscire dalle mura della propria impresa per fare impresa sono sempre meno. E partecipare agli eventi di settore, sia tra il pubblico, sia in qualità di speaker, è una cosa importantissima sia per farsi conoscere, sia per far parlare del proprio lavoro e delle proprie capacità.

 

Aprire un blog

Anche i manager dei più grandi gruppi industriali iniziano a capire quanto sia importante comunicare on line la propria professionalità, ma anche i propri interessi, le proprie passioni, il proprio impegno nello sport o in cause umanitarie. Ne è un esempio Alessandro Benetton, che nel suo blog parla raramente dei suoi ruoli aziendali ed istituzionali, preferendo soffermarsi su tematiche di interesse generale che hanno anche vedere con la sua vita in senso più ampio, come la sua passione per l’arte, l’amore per la montagna e, ovviamente, tematiche legate all’economia.

 

Essere attivi sui social

Twitter, in particolare, è uno strumento importantissimo per il personal branding. Inserirsi nelle conversazioni che parlano di business, di argomenti professionali, di economia e di innovazione è un metodo molto efficace per farsi conoscere nel web. Il passo successivo, quando ormai il personal branding inizia a consolidarsi e la professionalità inizia ad essere riconosciuta da tutti, è quello di rendersi disponibili a rispondere a domande e a dialogare anche su argomenti spinosi. Ne è un ottimo esempio il Twitter Time organizzato da Banca Ifis, durante il quale il Direttore Generale Alberto Staccione risponderà via twitter a domande sull’economia, sul credito alle imprese, sull’evoluzione del panorama imprenditoriale italiano e molto altro.
Per chi volesse seguire il Twitter Time, l’appuntamento è per domani dalle 11 alle 12 e l’hashtag di riferimento è #BancaPMI.

Commenti