Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

TEDXPADOVA

Siamo purtroppo abituati a parlare di temi come quello dell’innovazione pensando a luoghi molto lontani dalle città del Veneto. Spesso ci riferiamo alle novità nei campi tecnologico, scientifico ed economico evocando i lontani Stati Uniti o al massimo la Milano del business, senza renderci conto che per parlare di innovazione non è necessario trovarsi a Vancouver in Canada, e nemmeno all’università Bocconi, basta trovare una location attraente nella propria città (ogni città ce l’ha) e impegnarsi a contattare gli studiosi e i manager aziendali del proprio territorio (ogni territorio italiano ne ha).

Così hanno fatto, in sostanza, gli organizzatori indipendenti di TEDxPadova, evento creato nello spirito della missione del TED, ovvero “Ideas worth spreading”, con l’obiettivo di diffondere le idee più stupefacenti e innovative del pensiero globale. 

Patrocinato dal Comune di Padova e dal’INAF, l’Istituto Nazionale di Astrofisica, svoltosi nell’affascinante Palazzo della Ragione il 16 maggio 2015, il TEDxPadova ha accolto quasi 700 partecipanti e 16 speaker, tra cui, solo per citarne alcuni, Adolfo Guzzini, Amministratore Delegato di Guzzini Illuminazione, Bruno Zamborlin, creatore di “Mogees”, un sensore che permette di suonare gli oggetti, Michele Bonfiglioli, Amministratore Delegato dell’omonima azienda di consulenza strategica, Andrea Pellizzari, famoso personaggio televisivo protagonista, tra l’altro, de “Le Iene” e Charles Landry, urbanista e studioso dell’uso della creatività per la rinascita degli spazi urbani.

All’interno della prestigiosissima location gli speakers hanno avuto a disposizione otto minuti per presentare la propria idea o la propria riflessione su un determinato argomento, seguiti anche in diretta streaming.

A moderare Carlo Pasqualetto, giovane Consigliere Comunale 25enne di Padova, appassionato di innovazione e tecnologia, che ha introdotto gli interventi accompagnato dall’Orchestra Sperimentale di Padova, composta da giovanissimi musicisti e diretta stabilmente da Federico Marchionda.

Leitmotiv del TEDxPadova 2015, il payoff  “Think BIG” ha perfettamente interpretato lo spirito innovativo dell’evento, sottolineato dalla presenza di alcune start-up legate al territorio, selezionate per le loro idee più innovative, e dall’ideazione dell’Innovation Hall, uno spazio pensato per far vivere un’esperienza stimolante e di alto livello agli ospiti, permettendo loro di immergersi in nuove e stimolanti esperienze tecnologiche. Tra le start-up presenti abbiamo incontrato Senso, un’azienda che nasce dalla sinergia tra know-how differenti nell’ambito dei media immersivi, della progettazione architettonica e dello sviluppo di App. Senso mira a creare spazi permanenti caratterizzati da una forte componente immersiva ed interattiva.

Il TEDxPadova ha aperto con il talk di Roberto Ragazzoni, astronomo dell’Osservatorio Astronomico di Padova, che ci ha fatto sentire veramente piccoli di fronte all’immensità dell’universo

ed è passato al tema del valore delle persone nelle aziende con Massimilano Franz, Head of Communication di Carraro Group, continuando con lo stupefacente intervento di Barbara Mazzolai, che ha presentato il suo plantoide, ovvero un robot che riproduce esattamente gli stessi funzionamenti di una pianta. 

Perché la natura è la prima ispiratrice di grandi idee, soprattutto quelle innovative.

Proprio come quella di Fausto Panizzolo, ricercatore presso il Biodesign Lab dell’Università di Harvard, dove si occupa dello sviluppo di esoscheletri composti da tessuti indossabili, capaci di riprodurre perfettamente i movimenti della camminata umana, con l’obiettivo di risolvere problemi di attività motoria.  L’amore per la natura è il sentimento che ha convinto Alessando Baù, ingegnere meccanico 31enne di Asiago, a lasciare una posizione ben remunerata in Saipem e dedicarsi totalmente all’alpinismo

La nostra natura social ha invece ispirato lo speech di Al Ringleb, fondatore di CIMBA Italy, il quale con il suo “people matter a lot more than numbers” ha catalizzato la platea sulla ricerca del “noi” all’interno del nostro mondo interconnesso. 

Il “noi” è stato richiamato anche dal mentalista Francesco Tesei, che ha concluso il suo intervento richiamando il poeta romantico P.B. Shelley, convincendo la platea che il grande strumento del bene morale è la nostra immaginazione. Ha fondato Sunscious Limited, Valentina Hernandez, la startup che si fonda sull’ottimismo indotto in uno spazio virtuale segmentato, invitando tutti i presenti a riflettere su quanto il pensiero positivo influenzi le nostre scelte ed i nostri successi lavorativi.   Al termine degli interventi i loggiati nord e sud dei Palazzo della Ragione hanno ospitato la performance artistica IkonoKrisis, diretta da Giorgio Chinea, ispirata al pittore e collezionista padovano Francesco Squarcione. La Performance Art, ha preso vita durante il cocktail di chiusura del TEDxPadova, un’esperienza esclusiva di Space Food,dove sono stati riproposti i piatti scelti dall’astronauta italiana Samantha Cristoforetti, studiati appositamente da Stefano Polato, lo chef ufficiale della missione Futura, e il responsabile dello Space Food Lab di Argotec, con cui lavora dal 2012.

Una giornata densa di spunti dai quali lasciarsi ispirare, di storie dalle quali imparare e di persone dalle quali lasciarsi coinvolgere, grazie all’entusiasmo che hanno nel raccontare le proprie esperienze di vita.

Commenti