Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

In corsa, in questa “folle corsa”, una via di mezzo tra la Wacky Race ed il Mongol Rally, il concetto di folle ci sta sfuggendo sempre di più e questo è preoccupante. In una domenica mattina (molto mattina) rimetti insieme i cocci di una settimana di lavoro, ordini due concetti, sistemi gli appuntamenti, riguardi le email.

E ti sembra che tutto questo fare sia davvero dis-umano, quasi contro natura. Qualcuno a volte mi dice “…ma fate un sacco di belle cose, che bel lavoro che fate!”. Il problema oggi, con i mezzi di comunicazione e con la velocità con cui comunichiamo quotidianamente, fare cose, belle e tante diventa spesso pericoloso.

“Qua” c’è posto per tutti. Ma non è un gioco. Non è un passatempo che aggiorni la fanpage di un cliente mentre sei in fila dal dottore. O quando ti stai facendo una birra con gli amici. O fai branding al semaforo.

Il rischio che lo si confonda con un “gioco” è reale. Ma solo tanta dedizione, tanto rigore e abnegazione può permettervi – futuri social media così che mi state leggendo – di divertirvi un sacco.

Dimenticate la vita privata. O meglio dimenticate la vita lavorativa. Dopo sarà una cosa sola. I vostri colleghi li sentirete a tutte le ore: alle 6 di mattina via messaggio, per diverse ore al giorno via telefono, alle 23 via WhatsApp.

La vostra testa sarà sempre online, sempre su progetti ed idee, sempre operativa. Sempre connessi. Andrete a riunioni e parlerete mentre continuerete a scrivere e rispondere ad email, camminerete per strada con le cuffie e gli occhiali da sole scorrendo il feed delle vostre fanpage preferite, scansando il bambino che sta per falciarvi con il suo monopattino, la nonnetta che sta per centrarvi con la bici mentre – lei – è distratta.

Guadagnerete 5000 in un mese e 100 euro per i sei mesi successivi. E niente per altri tre.

Vi sposterete nel tempo e nello spazio. Programmerete ogni singola ora della vostra giornata, metterete l’allarme al vostro orologio digitale per lasciare il cliente con il collega nel mezzo ad una riunione importante, per scappare altrove. Nuovamente.

Conoscerete squali, pesci cani, maghi e ciarlatani. Ma anche Poeti, Regine, Piloti e Guru. Vi innamorerete delle idee degli altri. Vi innamorerete delle vostre idee. Vi innamorerete. Poi penserete a come realizzare i vostri sogni.

Entrerete in nuovi mondi tra loro in collisione, mondi che stanno nascendo, altri che se ne stanno andando e avranno bisogno di voi, della vostra energia, del vostro entusiasmo, delle vostre incredibili idee. Vi prosciugheranno anima e corpo. Rimarrete senza fiato e senza forze, giuro.

Comunque si, confermo, facciamo tante belle cose. Se siete pronti a rischiare il tutto per il niente forse avrete la fortuna di vincere: sarete liberi, ma soprattutto felici di alzarvi ogni mattina alle 5 e saltare dal letto come una molla, lavorare 80 ore settimanali. Se riuscirete anche per qualche attimo della vostra vita a fare quello che vi piace allora si, potrete scrivere un post e dire “Mario WIN”. In bocca al lupo futuri Social Media Cosi. Uscite di casa e prendetevi quello che vi spetta. Quella vita è la vostra, fatene un capolavoro.

Commenti