Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
web-analitycs

Ormai ce l’hanno detto e ridetto: per capire se le cose funzionano sul web dobbiamo guardare i dati. Nell’e-commerce in particolare l’analisi dei dati è un Must, per diversi motivi. Prima di tutto siamo in un contesto estremamente competitivo: il web è diventato un vero e proprio canale di vendita, che può fungere da supporto o sostituire interamente quello fisico, senza contare che praticamente qualsiasi prodotto o servizio oramai è vendibile online, per cui in ogni settore sono presenti competitor che sanno sfruttarlo bene.

In questo scenario non è assolutamente sufficiente ottimizzare il proprio e-commerce per i motori di ricerca per far sì che riesca a vendere. Il fattore discriminante nei risultati è indiscutibilmente la customer experience. Migliorarla significa migliorare il processo d’acquisto e quindi l’usabilità della piattaforma, in base alle esigenze dell’utente. Il cliente deve essere in grado di trovare quello che vuole, quando vuole e in maniera agevole.

Per fare ciò ci viene in aiuto il monitoraggio, che ci consente di capire quali prodotti sono più apprezzati, quali fonti di traffico portano maggiori conversione, oltre a tutte le azioni che l’utente compie lungo il suo percorso. Tutti questi dati vanno utilizzati per ottimizzare sia il sito in termini di: tassi di conversione, tasso di abbandono del carrello, scontrino medio e carrello medio. Questo significa ottimizzare anche il budget investito, andando ad utilizzare le leve di marketing più efficaci in base alla nostra conoscenza del consumatore.

Ma quali strumenti utilizzare per la digital analytics di un’e-commerce?

In questo post voglio consigliarvene due, che ho avuto modo di conoscere durante un webinar de “La settimana della formazione”, dedicata appunto all’e-commerce.

GoSquared

e-commerce1

Questo strumento fornisce un’ampia panoramica in real-time dell’andamento dell’e-commerce in termini di: variazione delle vendite nel tempo, canale di acquisizione maggiormente performante, categorie e prodotti più richiesti, ROI delle campagne di direct marketing e sui social media. La parte più interessante però è quella del “People Analytics”, che permette di visualizzare il comportamento e la profittabilità a livello di singoli utenti, visualizzando addirittura nome-cognome e altre informazioni degli utenti registrati. È possibile capire il loro scontrino medio, come si compone il carrello, quale device preferiscono e con che tipo di risoluzione, oltre a tracciare in real-time tutti gli eventi compiuti (non solo le pagine visualizzate).

ecommerce2

È stata sviluppata infine una parte di Predictive E-commerce Analytics, che, in base alle performance storiche, permette di visualizzare le vendite future per giorno, settimana o mese, permettendo all’azienda di gestire al meglio la domanda o valutare eventuali investimenti/promozioni. Questa previsioni sono sempre calcolate in real- time, permettendo di avere sempre i dati aggiornati alla data odierna.

Woopra

Questo tool è molto simile a GoSquared, ma con la differenza che è consultabile anche attraverso un App, e che è particolarmente consigliato per chi utilizza Magento. Come si può notare dall’immagine sotto infatti Woopra fornisce un intera sezione integrata con questa piattaforma, che prende i dati direttamente da qui e li presenta in un pannello completo, semplice e intuitivo.

ecommerce 3

Si possono vedere tutte le azioni fatte dagli utenti, il dettaglio dei singoli prodotti con relative recensioni e il dettaglio per singolo utente, identificato come in GoSquared. È possibile inoltre settare una vasta gamma di obiettivi e visualizzare il funnel dell’utente fino al loro raggiungimento. Woopra infine permette di effettuare azioni automatiche di direct marketing, integrandosi i principali strumenti di newsletter (MailChimp, MailUp, ecc.). È possibile infatti automatizzare l’invio di promozioni, coupon e altre offerte in base a determinate azioni ed obiettivi compiuti dall’utente.

La due domande che vi starete ponendo a questo punto sono: ma quanto mi costa monitorare il mio sito a questi livelli?

Il costo in realtà è molto più ridotto di quanto non pensiate, soprattutto per un “entry level”. La versione basic di GoSquared, che copre 100k visite al mese, costa 58$ al mese, mentre quella di Woopra (400k azioni degli utenti al mese) costa 80$ al mese. Come vedete, un costo decisamente limitato rispetto ai vantaggi che comporta.

Commenti