Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
Facebook

Per chi si occupa di Marketing è fondamentale capire il comportamento degli utenti e, soprattutto, ciò che questi pensano di uno specifico Brand.

Facebook, per andare incontro alle esigenze dei marketers ha creato un Tool di Social Media Analysis, utilissimo per capire, in primis, il comportamento degli utenti e, di conseguenza, per adeguare i contenuti alle loro esigenze ed aspettative.

Il tool, inizialmente disponibile solo per un numero limitato di Partners, permetterà di monitorare ciò di cui gli utenti parlano e il loro grado di interesse relativamente ad eventi, iniziative, brands ecc. Tutto ciò sarà possibile, secondo Facebook, rispettando la privacy degli utenti e mantenendo private le informazioni personali degli stessi.

Si tratta di un Tool decisamente interessante che sembra poter dare un grosso aiuto all’attività dei marketers. Come? Nella costruzione di Roadmaps ad esempio.

Con i nuovi dati, secondo Mark Zuckerberg, un fashion retailer potrà vedere di quali capi d’abbigliamento vengono visualizzati dal suo target di riferimento e decidere, di conseguenza, su cosa puntare. I diversi Brands, inoltre, potranno monitorare il Sentiment ed avere una visione più nitida della cosiddetta “Brand Reputation”.

Facebook si sta muovendo in una nuova direzione insomma, rendendo finalmente disponibili dati ricavabili, fino ad ora da Tools di altre aziende (vedi Google Analytics e Talkwalker). Si prospetta, insomma, la possibilità di avere una visione a 360° sull’attività degli utenti anche se continuerà ad essere inibita la possibilità di usare questi dati nell’ottica di una campagna di Facebook ADV diretta.

I dati personali degli utenti, come accennato prima, continueranno a restare privati e verranno aggregati nel totale rispetto della Privacy.

La trasmissione dei dati avverrà grazie alla Partnership con DataSift, azienda leader del settore. Nella fase iniziale, il servizio sarà disponibile solo per un numero limitato di partners di DataSift distribuiti tra gli Stati Uniti e La Gran Bretagna ma se, come ci auspichiamo, si tratterà di un servizio realmente utile ed efficace, sarà presto disponibile in tutto il mondo.

Commenti