Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

iphone-472197_640
Twitter si sa, è “il più grande divano del mondo”: 1 utente su 2 usa Twitter mentre guarda la TV, condividendo con tantissime altre persone emozioni, opinioni, commenti.
Forte di questi dati nel 2013 Twitter lancia Twitter Amplify, un programma di advertising grazie al quale “le società di media e i marchi possono cogliere il fermento che circonda un evento televisivo e diffonderlo su Twitter ai fan e al pubblico, non solo ai propri follower”. Questa è la definizione che ne dà Twitter sul blog ufficiale. Ma vediamo meglio come funziona.

In tv va in onda uno show particolarmente seguito, con dei picchi su alcuni momenti di svolta che possono essere un goal durante un incontro di calcio, una scena inaspettata durante un episodio di una serie tv, o un’eliminazione in un reality. In questi momenti le conversazioni su Twitter si accendono facendo impennare le interazioni attorno all’hashtag dedicato allo show.
Cosa accade con Twitter Amplify? I momenti più “cinguettati” possono essere vissuti una seconda volta su Twitter pochi attimi dopo.

L’account dello show o della casa di produzione/distribuzione pubblica un video di quanto andato in onda in tv pochi minuti prima amplificando l’interazione attorno all’evento. I brand possono legarsi a questi video sponsorizzandoli con video in pre-roll che non andranno solo ai followers propri o di chi ha pubblicato il video ma ad un target ben definito. In questo modo gli investitori pubblicitari hanno la possibilità di raggiungere un pubblico che va al di là dei propri follower, e beneficiare dell’associazione del loro brand con contenuti televisivi di altissima qualità.

Twitter Amplify è arrivato ufficialmente anche in Italia pochi giorni fa con un accordo di partnership tra Twitter e Sky che mette a disposizione dei brand sponsor la possibilità di inserire pre-roll pubblicitari (dai 3 ai 10 secondi) prima di brevi video di alcuni dei “top show” del mondo Sky, che verranno promossi su Twitter in concomitanza con la messa in onda del programma.
Lo sponsor potrà impostare il target in linea con le proprie esigenze amplificando il proprio messaggio, e grazie ai contenuti esclusivi Sky, potrà aumentare il livello di coinvolgimento con il pubblico.

Twitter quindi sempre più social tv e soprattutto sempre più “real time” grazie alle caratteristiche che lo rendono unico e diverso da gli altri social: rapidità, immediatezza, viralità.
Caratteristiche che andrebbero sfruttate per rafforzare l’unicità del mezzo e non riviste e modellate per renderlo simile ad altri canali più “popolari”.

Commenti