Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

comment-marketing
Il Comment Marketing altro non è che la condivisione nel web delle proprie opinioni e della propria esperienza attraverso i commenti ai post dei vari blog.

È una pratica spesso sottovalutata poiché, per ottenere risultati, servono molto tempo e dedizione: molto spesso, quando un post cattura la nostra attenzione, ci si limita ad una lettura veloce senza impegnarsi nel lasciare il proprio feedback all’autore.

In realtà quest’attività può essere considerata una vera e propria operazione di marketing poiché può portare, se fatta nel modo giusto, maggiori visite e conversioni.

Il Comment Marketing, in particolare, ha interessanti risvolti nel caso in cui il brand da promuovere siate voi stessi e il blog che vi rappresenta. Nel farvi conoscere ed apprezzare gioca un ruolo fondamentale l’immagine che date di voi e le competenze che dimostrate di possedere. I blog altrui, nel caso vogliate affermarvi come “professionista del settore”, possono essere un ottimo palcoscenico in cui guadagnare attenzioni.

Anche nel commentare, tuttavia, è necessario seguire precise regole e non lasciare niente al caso.

Per prima cosa è fondamentale stabilire un obiettivo, ad esempio farvi conoscere ed apprezzare nel caso vogliate fare self branding.

Tra le attività preliminari è fondamentale anche selezionare accuratamente i blog da seguire e commentare; non commentate qualsiasi cosa ma dimostrate di saper scegliere (bene) di chi diventare follower.
Il vecchio detto “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei” è valido anche in questo caso.

Non abbiate poi paura di modificare, nel tempo, la lista dei vostri “guru” se doveste accorgervi che il blogger che più apprezzavate non sta più producendo contenuti di qualità. Cercate anche di ampliare i vostri orizzonti, non seguite solo blog nazionali ma anche internazionali: oltre ad allargare la vostra mente scoprirete nuovi modi di lavorare e punti di vista differenti.

Siete pronti per commentare? Non proprio. Dovete svolgere ancora qualche attività preliminare prima di poter iniziare la vostra attività.

Nel commentare mettete la vostra faccia, è importante quindi trasmettere una visione di sé forte, trasparente ed univoca.
Assicuratevi che in ogni commento che postate appaia la stessa foto in modo da non generare confusione nei lettori ed agevolare, a livello mnemonico, l’associazione foto – nome. Uno strumento utile per fare ciò è Gravatar, vi permetterà di impostare in modo automatico l’avatar per le risposte.

E ora via libera ai commenti.

Ricordate che state pubblicizzando voi stessi, evitate commenti insignificanti come “Complimenti, ottimo post”. Prima di scrivere qualsiasi cosa chiedetevi se il vostro commento può dare un valore aggiunto a quanto già detto dal blogger. Non lo fa? Bene, lasciate perdere.
Ricordate anche che il valore aggiunto non è necessariamente un commento positivo, potete anche esprimere, con educazione, un pensiero contrario offrendo così una prospettiva diversa ai lettori. Un commento in disaccordo con l’autore del blog potrebbe anche fornire lo spunto per una conversazione interessante e stimolante.

Commentate solo dopo aver letto il post e magari i commenti degli altri utenti. Sembra un’ovvietà ma spesso molte persone commentano solo per il gusto di farlo, senza alcuna cognizione di causa e pertinenza.

Sembrerà una banalità ma, anche questo punto, ahimè non è così scontato.
Non dimenticatevi l’italiano e controllate sintassi ed ortografia. I commenti sono dei piccoli post e vengono letti, più di quanto si pensi.

Cercate di lavorare anche sulla leggibilità magari formattando il testo e sfruttando grassetto, corsivo ecc.
Nel caso in cui il vostro commento fosse particolarmente lungo, cercate di suddividerlo in paragrafi o punti in modo da renderlo più arioso e leggibile.

Ricordatevi infine di essere costanti e di perseverare per raggiungere i vostri obiettivi. La strada per diventare noti ed essere considerati degli influencer è lunga e tortuosa.

Commenti