Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
gatto social

Ci sono due argomenti di cui tutti parlano, ma che pochi dominano: il ROI e i LEAD. Se poi incrociamo questi temi con il mondo dei Social Media (arrivando quindi a parlare di Social Media ROI e Social Lead Generation), il rischio di schiantarsi è prossimo al 100%. Siamo quindi solitamente molto restii a parlare di queste cose con titoli roboanti, ma un buon post di TopDog ci ha convinto ad esplorare al tematica, ecco quindi 7 consigli per generare lead dai Social:

  • Utilizzate il pixel di conversione nelle vostre Ads Facebook con l’obiettivo di massimizzare i ritorni e fare test A/B
  • Misurate le azioni degli utenti provenienti da Social direttamente da Google Analytics (Acquisition > Social > Conversions). Si tratta di un buon modo per misurare la migrazione di traffico e conversioni dai Social al vostro progetto web
  • Il rapporto tra lead generation e “tasso di umanità” della gestione della pagina e dei presidi (conversation, non broadcasting!) è diretto e provato. Un modo per aumentare la percezione da parte degli utenti che il brand è realmente “uno di noi” è quello di dare in mano ai dipendenti buona parte della gestione dei Social aziendali, formare i vostri uomini potrebbe essere vitale per ottenere buoni risultati in termini di conversioni Social
  • Prima di parlare di interazione nelle conversazioni e lead nurturing, è necessario essere certi che l’azienda conosca a menadito il proprio funnel di vendita, o comunque processo di acquisizione di clienti, qualche domanda potrà essere di aiuto: come vengono attualmente procacciati i clienti? Su quali Social Network si riscontra maggiore interazione? Quali azioni garantiscono i migliori risultati? Vengono inserite delle call to action nei post? I contenuti vengono testati o proposti direttamente?
  • Coltivate i problemi, e se possibile andate a fondo off line. Considerare i Social Media come un punto di inizio ed entrata di una discussione è utile e profittevole. Quando un utente vi chiede informazioni, cercate di trasformare questi ingaggi in dibattiti e, ove se ne vede la possibilità, portate off line la conversazione per dare al vostro utente la sensazione di essere ascoltato e coccolato. Una voce umana renderà molto spesso più di un messaggio su Facebook
  • Non pensate in ottica di lead diretto “dal mi piace alla vendita”. Cercate di produrre infografiche, e book, check list, articoli di “how to” sul blog. Questi contenuti vi aiuteranno moltissimo a costruire una community di utenti potenzialmente interessati al vostro brand e prodotto da trasformare in clienti ed acquisti al momento opportuno
  • Focalizzatevi sui vostri obiettivi e tracciate sempre (qui una buona guida agli UTM) ricordando che ogni strumento (le twitter cards, le call to action di google plus) ha le sue specificità

Speriamo che questi consigli e soprattutto i link contenuti nei vari spunti vi tornino utili!

Commenti