Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook


A chi non è mai capitato di voler partecipare ad una festa esclusiva per cui non aveva l’invito ed essere costretto a dialogare con il buttafuori di turno appostato davanti all’ingresso per convincerlo a farlo entrare? Niente di più difficile se il buttafuori in questione si chiama Sven e non lo si può vedere.

Sven è stato il buttafuori virtuale e responsabile dei biglietti d’invito dell’evento esclusivo organizzato in Argentina dal marchio svedese Absolut Vodka per pubblicizzare il lancio della sua nuova collezione Absolut Unique di quattro milioni di bottiglie di design in edizione limitata. A rendere l’evento così esclusivo e unico era il ridottissimo numero di posti disponibili: solamente due.

Unica era anche la modalità per contattare e poter dialogare con Sven e convincerlo a farsi invitare. Ciò doveva essere fatto unicamente attraverso WhatsApp, la nota applicazione di messaggistica istantanea per smartphone che oggi, secondo una ricerca di On Device, è diventata la nuova leader tra le app di messaggistica istantanea avendo superato l’utilizzo di Facebook e Twitter.

Dunque non sarebbero bastate carte false per ricevere l’entrata al party. I requisiti neccessari erano creatività e originalità. Coloro che volevano garantirsi l’invito all’evento esclusivo di Absolut Vodka dovevano appellarsi alla propria fantasia e genialità servendosi degli strumenti multimediali offerti da WhatsApp. Quella sera lo smarthphone di Sven ha ricevuto immagini, foto, video, registrazioni e persino un messaggio vocale dalla Regina d’Olanda, tutti creati ad hoc per l’occasione.

I risultati di quest’operazione strategica sono stati grandiosi: più di 600 contatti, più di tre giorni di vivaci chat ininterrotte con gli utenti e più di 1000 immagini, messaggi audio creati esclusivamente con l’obiettivo di convincere il buttafuori fittizio ed entrare al party.

Con il semplice e innovativo strumento WhatsApp, il brand Absolut Vodka, rappresentato dal difficile Sven, dietro il quale si celava il community manager, è riuscito a comunicare direttamente con gli utenti privilegiando una comunicazione one-to-one. In questo modo ha posto la relazione diretta con gli utenti come obiettivo strategico della comunicazione riuscendo a coinvolgerli attivamente e facendoli comunicare e interagire col brand in maniera del tutto diretta.

Nessun marchio aveva pensato prima di utilizzare un’applicazione che conta 350 milioni di utenti in tutto il mondo e tratta un miliardo di messaggi giornalieri. Per ottenere grandi risultati dunque non serve un grande budget, occorrono una strategia unica e fantasiosa o come in questo caso solamente una sim card.

Commenti