Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook


L’importanza dei social network per una sana strategia di marketing è ormai evidente, se non altro per il fatto che circa il 48% della popolazione italiana risulta iscritta ad almeno uno di essi (dati Censis/Ucsi e LiveXtension).

Il successo online di un’azienda si basa su tre obiettivi:

  • acquisire nuovi utenti;
  • interagire con loro;
  • capirli e conoscerli per poi presentare offerte ed esperienze personalizzate.

È per soddisfare queste esigenze che negli ultimi anni stanno nascendo delle piattaforme conosciute come “Enterprise Social Media Infrastructure Platforms” (ESMIP). Una volta integrata sul proprio sito aziendale (tramite una facile e guidata modifica del codice html), una ESMIP ben fatta andrà ad aggiungere una serie di funzionalità al portale web in questione, che possono essere riassunte dal seguente schema:

Cerchiamo di spiegare più nel dettaglio ogni singola funzione:

  • Social Login significa permettere agli utenti di registrarsi al sito tramite un profilo social in proprio possesso (rilasciando il consenso all’utilizzo di certi dati personali già presenti nel social network scelto), senza bisogno di riempire noiosi formulari d’iscrizione.
  • I dati raccolti tramite il login vengono poi ordinati in tabelle, uniformando le notazioni usate dai differenti social network (e.g. a seconda dei social network, il luogo in cui si abita potrebbe essere registrato sotto la denominazione indirizzo, domicilio, abitazione, ecc.), ossia in maniera “standardizzata”.
  • Una volta ottenuti i dati, inizia il bello! Con sistemi di analisi più o meno avanzati, ci si concentra sullo studio del cliente, cercando di conoscere le sue caratteristiche e preferenze, i suoi interessi ed effettuando un’analisi comportamentale che cerca di individuare il modo in cui possa essere conquistato e corteggiato. Ciò avviene andando a tracciare il comportamento dell’utente una volta all’interno del sito in questione: si cerca di individuare su quali link passa maggior tempo, da che foto viene catturato, quali prodotti lo attraggono e quali sono le dinamiche di navigazione che lo portano a consultare certe pagine piuttosto di altre.
  • La possibilità di permettere una condivisione con gli altri utenti e la possibilità di commentare i prodotti presenti sul sito aumenta la visibilità online e genera una buona pubblicità, basandosi sull’idea che “il miglior venditore è sempre il tuo migliore amico” (siamo più propensi ad acquistare un prodotto se consigliato da un amico piuttosto che dal commesso che troviamo in negozio).
  • Le funzioni di gamification invece integrano nel vostro sito un insieme di giochi, punti, premi e widget atti a catturare il cliente e aumentare il suo attaccamento al brand. Avendo la possibilità di giocare ed “essere premiato”, l’utente passerà molto più tempo sul vostro sito e sarà stimolato a tornarci più spesso, rimanendo aggiornato sulle ultime novità e offerte.
  • Infine molte ESMIP danno la possibilità di utilizzare i risultati ottenuti tramite l’analisi dell’utente per lanciare campagne pubblicitarie mirate e offerte create ad hoc per il singolo visitatore.

I vantaggi per il visitatore di un sito che adopera una ESMIP si traducono nell’assenza di noiosi formulari di registrazione (senza inoltre alcun bisogno di nuovi username e password da ricordare) ed in una navigazione più piacevole, con la possibilità di ricevere offerte interessanti e condividere le preferenze personali con gli amici.

I vantaggi per il marketer sono molteplici: il social login aumenterà il numero di utenti che visiteranno il sito e vi resteranno maggiormente senza scappare irritati da un login non immediato; si abbasseranno i costi di gestione e manutenzione password; l’analisi comportamentale degli utenti permetterà di conoscere meglio i “propri polli”; il social sharing e la gamification aumenteranno la reputazione del brand e l’attaccamento del cliente; infine verranno proposte automaticamente delle strategie di marketing, create ad hoc per ciascun utente.

In base alla ESMIP considerata, esistono inoltre delle opzioni extra disponibili, tra le varie: single sign in (i.e. possibilità per il marketer di analizzare i dati presenti nei differenti network tramite un solo login); possibilità di ottenere report scaricabili sul proprio computer in diversi formati su analisi utenti e dati raccolti; integrazione con terze parti esterne (e.g. sistemi di e-mail esterni); plugin ad applicazioni esterne e possibilità di intervenire sull’API (interfaccia di programmazione di un’applicazione) per i più “smanettoni”.
Riassumiamo di seguito le principali ESMIP oggi sul mercato, evidenziando per ciascuna un punto forte, uno debole e un’opzione extra:

In conclusione, se siete utenti di siti che sfruttano una ESMIP sarete solo contenti di poter usufruire di una navigazione più piacevole e divertente.
Se siete invece marketer di un’azienda e pensate che la proliferazione recente dei social network sia una bella occasione per catturare nuovi clienti, aumentare l’attaccamento al vostro brand, conoscere i vostri estimatori, incentivare la fedeltà dell’acquirente e incrementare le vendite, allora forse le ESMIP fanno proprio al caso vostro…ah preparatevi però ad aprire il portafoglio, ci siamo dimenticati di dire che queste piattaforme si fanno ben pagare!

Fonte: Enterprise Social Media Infrastructure Platforms 2013: The Marketer’s Guide – A Digital Marketing Depot Research Report – September 2013.

Commenti