Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Un progetto tutto Made in Italy che ha ideato i GlassUp, occhiali evoluti che interagiscono con lo smartphone.
Un progetto tutto italiano che farà concorrenza a Google e ai suoi GoogleGlass.
Un’idea nata dalle menti di Francesco Giartosio, Gianluigi Tregnaghi e Andrea Tellarina.
Un’idea, però, per alcuni aspetti diversa da quella sviluppata da Google.

Gli occhiali GlassUp utilizzano la tecnologia Bluetooth, per poter diventare, in pratica, un secondo schermo dello smartphone, schermo sul quale far apparire, direttamente davanti agli occhi, ogni genere di informazioni.
Messaggi di posta elettronica, notifiche di Facebook, nuovi tweet, RSS, eventi salvati in agenda, le chiamate in arrivo.
Ma anche: news, meteo, traduzioni da lingue straniere, sottotitoli al cinema, informazioni sulle opere d’arte presenti in un museo, aiuti per i non vedenti e per i non udenti, giochi.

Utilissimi in tutte quelle situazioni in cui non è possibile utilizzare le mani, ad esempio mentre si sta cucinando, oppure non si possono distogliere gli occhi, come alla guida dell’auto.
É chi indossa i GlassUp a decidere, sulla base delle app scaricate sullo smartphone, cosa visualizzare.

Compatibili sia per iOS sia per Android, i GlassUp funzionano grazie ad un sistema ottico formato da display, lente, prisma e led, e i messaggi appaiono direttamente sulla lente, al centro e su uno sfondo trasparente, consentendo così di non incorrere nella scomodità di una visione laterale e di continuare a osservare l’ambiente circostante.
I GlassUp peseranno circa 50 gr, e dovrebbero più avanti permettere il montaggio di lenti per miopi.
Diversamente dai GoogleGlass, però, con i GlassUp non si possono effettuare video e foto.
Il mercato vedrà arrivare, a febbraio 2014, qualche centinaio di pezzi disponibili per gli sviluppatori, per i due modelli previsti: sporty e classic.

Il lancio per i consumatori finali è previsto, invece, per il mese di maggio 2014.
In ogni caso, fan e sviluppatori possono porre i propri quesiti sulla fan page di GlassUp.
Una grande campagna di finanziamento è stata lanciata su IndieGoGo, e al suo interno si possono trovare tutte le informazioni tecniche e le funzionalità di questi occhiali a realtà aumentata.
Nel frattempo, non resta che aspettare il momento in cui potremo provarli.

Commenti