Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Una persona che si occupa di contenuti per il web può essere battezzata con diversi nomi: editor, capo editor, copywriter, web manager, social media specialist, blogger, seo copy, art director. Nomi differenti che vanno comporre la content strategy, oggi indispensabile per la comunicazione online di qualsiasi brand. Se parliamo di content manager è possibile distinguere tra senior e junior, oppure parlando di web marketing più in generale tra creatori di contenitori (sviluppo, grafica) e produttori e curatori di contenuti. Dal mio punto di vista il content manager accorpa più abilità ed è costantemente “in apprendimento”.

Per creare e consolidare una content strategy specifica per un determinato cliente lavorano due team, quello che progetta la strategia (e traccia la via) e quello operativo che scrive e pubblica quotidianamente. Queste squadre sono sempre più a stretto contatto, nello stesso ufficio e, molte volte, le stesse persone. Colui che crea contenuti per il web deve necessariamente costruirsi una visione strategica del proprio lavoro, personalizzando la sua organizzazione e reinventandosi ogni santo giorno.

Proviamo a vedere assieme 5 strategie per produrre contenuti di qualità per le vostre piattaforme.

Superare il blocco dello scrittore

Per superare il blocco dello scrittore bisogna liberare la mente: mettete in disparte la lista delle cose da fare e dedicatevi anima e corpo a quel post, quel contenuto, quell’aggiornamento. Ovviamente aggiornare una pagina Facebook implica un impegno inferiore rispetto alla stesura e alla pubblicazione di un post, ma entrambi devono esser svolti con precisione per non incappare in errori grossolani. Per chi avesse difficoltà di concentrazione segnaliamo alcuni strumenti come DarkCopy o Write or Dieche possono aiutarvi ad eliminare le distrazioni e a focalizzandovi sull’obiettivo.

Fare informazione

Perché le persone navigano? Per avere informazioni, cercate di essere interessanti e mai banali raccontando i retroscena del vostro lavoro, raccontando la dedizione che mettete nei vostri progetti, anticipando contenuti esclusivi per la community ed ingaggiandola chiedendo i loro pareri rispetto ad un progetto che avete in cantiere. Coinvolgeteli e spiegate loro perché per voi la loro opinione è così importante (perchè lo è!).

Coinvolgere tutto il team

Fate in modo che i vostri dipendenti siano i primi ambassador. Incoraggiateli a condividere i post e ad interagire con le pagine social. Ma non solo! Invitateli a produrre i materiali. Come detto in precedenza, gli articoli devono essere rilevanti per la comunità; quindi chi meglio dei vostri dipendenti che tutti i giorni si confrontano sul campo hanno esperienza e possono trasmetterla?

Comunicare con le immagini

Si dice che un’immagine valga più di mille parole; e forse proprio alla potenza delle immagini si deve l’impennata di social come Instagram o Tumblr.
Create quindi contenuti grafici che attirino l’attenzione e che strappino una risata, divertendo, informando, raccontando. Realizzare immagini però non è semplice come sembra, queste devono essere in linea con l’identità ed il sistema di valori aziendale, ma soprattutto unico e riconoscibile. Online si possono trovare numerosi strumenti che possono aiutarvi nel progettare infografiche o file grafici ma è sempre meglio rivolgersi ad un art director.

Creare storie a puntate

Create curiosità sulle vostre pagine, organizzate il piano editoriale in modo da dare appuntamenti fissi ai vostri lettori che diano loro un motivo in più per visitare la vostra pagina. Raccontategli un storia a puntate, la storia del vostro prodotto, della vostra azienda o di un vostro consumatore tipo, dando loro la possibilità di intervenire ed interagire con essa.

 

E voi? Cosa proponete?

Commenti