Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Un bel progetto, un utile diagramma e una ricerca su 42 casi aziendali: oggi si parla di storydoing.com
La premessa al progetto é che ci sono due tipi di aziende al mondo oggi:

  • quelle che fanno storytelling per convogliare la storia del loro brand, business o prodotto, di solito attraverso un servizio di PR o pubblicità a pagamento
  • aziende che consapevolmente condividono la loro storia attraverso azioni dirette.

Le Storydoing companies usano la loro storia principale come principio organizzatore di attività che si svolgono in tutta l’azienda: nuovo sviluppo di prodotti, ricerca del personale, riconoscimenti, partnership e ogni tipo di comunicazione che creano.

L’ipotesi di partenza della ricerca é che le seconde spendano meno soldi su media a pagamento e che quel budget risulti comunque più efficiente. Il sito contiene i risultati di un primo ciclo di analisi su 42 differenti aziende in diversi mercati.

Le 6 caratteristiche di una Storydoing company

  1. Hai una storia
  2. Questa storia definisce un’ambizione oltre alle aspirazioni commerciali
  3. La storia é compresa e curata da tutti
  4. La storia viene usata per veicolare azione in azienda
  5. Queste azioni riescono ad apportare maggiore coesivitá
  6. Community all’esterno dell’azienda sono coinvolte e partecipano alla storia.

La metodologia

Hanno applicato i criteri che definiscono una Storydoing company a vasto campione di candidati per poi creare una lista di aziende che secondo il loro giudizio li corrispondevano meglio. Per ogni azienda selezionata ne hanno quindi identificato altre cinque di settore affine che non corrispondono ai criteri.

Analisi

Infine sono stati confrontati i risultati delle sette Storydoing companies contro quelle delle altre 35. Le analisi hanno combinato i dati finanziaria, quelli dei Social media e i soldi spesi in pubblicità.

Dati finanziari

Abbiamo recuperato i dati pubblici degli ultimi cinque anni: le entrate, l’utile operativo, l’impatto della spesa per i media, il prezzo delle azioni e il loro rapporto prezzo-utili.

Dati dai social media

É stata usata la piattaforma Radian6 per verificare i profili Social di ogni azienda, per valutare la frequenza delle mention e il sentiment in generale.

Dati della spesa per i media

Per recuperare i dati delle spese pubblicitarie sostenute dal 2007 al 2011 si sono rivolti a IPG’s Mediabrands.

Dall’analisi emerge che le Storydoing companies superano nettamente le loro pari:

  • hanno migliori risultati finanziari
  • spendono meno per i media
  • il loro valore aumenta più velocemente
  • creano più coinvolgimento nei Social media

Ecco un diagramma di flusso per capire se la tua é un’azienda orientatata allo Storydoing.

Commenti