Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

C’è un libricino per manager e impreditori che ha un titolo che sembra più un racconto per bambini. Ha un piccolo formato, ci sono pure le figure dentro.

Lo considero uno dei migliori libri che trattano il tema del sapersi trasformare per stare dietro al mondo/mercato che cambia.

Mi è capitato di recente di leggerne alcuni passi di fronte a una quarantina di imprenditori: hanno ascoltato con attenzione e in silenzio, lo storytelling è veramente efficace.

La storia riguarda quattro personaggi che trovano la loro fonte di sostentamento in un labirinto: ogni giorno vi si recano per cercare il Formaggio e poi la sera ne escono per tornare nelle proprie tane. Ci sono due topi (Nasofino e Trottolino) e due gnomi (Tentenna e Ridolino).

Va tutto bene perché hanno trovato un’immensa fonte di formaggio, che diventa il centro della loro vita e a cui attingono quotidianamente; tuttavia, non rendendosi conto del lento assottigliarsi della scorta, restano sconvolti quando una mattina arrivano sul luogo e scoprono che il formaggio è scomparso.

Le reazioni delle due tipologie di personaggi sono molto diverse tra loro, i topi dopo un primo momento di sgomento decidono di farsi aiutare dal loro fiuto e partono alla ricerca di nuovo formaggio.

Per gli gnomi le cose vanno diversamente. Da “bravi” abitudinari essi continuano a tornare ogni mattino al magazzino F aspettandosi che, una volta entrati, tutto sia tornato come prima. Sperano che il Formaggio ritorni e invece di cambiare il loro comportamento e darsi da fare rimangono bloccati a sperare che gli venga restituito ciò che avevano. Arrivano a soffrire la fame, ma continuano a lamentarsi e a non reagire per un bel po’: il formaggio è un loro diritto!!

Questa modalità vi fa venire in mente qualcuno di vostra conoscenza? Non serve andare molto lontano 🙂

Uno dei due gnomi a un certo punto riesce a reagire e nel suo cammino di ricerca, sia nel labirinto, ma soprattutto in se stesso scrive lungo le pareti una serie di intuizioni.

  • Annusa spesso il Formaggio, così ti accorgi se diventa vecchio.
  • Se noterai per tempo i piccoli cambiamenti ti sarà più facile adattarti a quelli grandi, quando arriveranno.
  • Seguire una direzione nuova aiuta a trovare il Nuovo Formaggio.
  • Quando superi le tue paure ti senti libero.
  • Se immagini di gustare il Nuovo Formaggio già prima di trovarlo, scoprirai la via giusta per conquistarlo.
  • Quanto più rapidamente abbandonerai il Vecchio Formaggio tanto prima gusterai quello nuovo.
  • E’ meno pericoloso affrontare il Labirinto che rimanere fermi senza formaggio.

Il mio consiglio è quello di acquistare quanto prima questo libro, lo si legge in un’ora: è possibile trovare molti spunti utili, anche per vendere meglio i servizi  della propria azienda a clienti a caccia di nuovo formaggio!

Commenti