Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Venite a vedere cosa stiamo costruendo” ha detto Mark Zuckerberg, forse sarebbe stato meglio dire “Venite a vedere cosa avete costruito“.

Graph Search, il motore di ricerca di Facebook, il primo social motore di ricerca, forse il motore di ricerca che lancerà la sfida a Google e detterà le linee guida per i prossimi decenni, non è altro che un nostro prodotto.

Il prodotto di 1 miliardi di utenti che, liberamente, hanno dato accesso a tutti i propri dati a Facebook che ha deciso di organizzarli in un motore di ricerca social, semantico a tratti.

Con buona pace della privacy, ma Mark sottolinea che chi vorrà potrà fare ricorso alle impostazioni per limitare i contenuti da visualizzare, Facebook ha deciso di spingere tutti noi a fare nuove conoscenze.

Del resto dell’idea primordiale oserei dire per cui è nato il social network per eccellenza è rimasto ben poco, se come ormai la pagine web storiche narrano, Facebook nacque per ritrovare amici di scuola, vicini di casa, amici d’infanzia.

Ma passiamo alla notizia che tutti aspettavano: Graph Search come funziona? Come ci racconta il video di presentazione: potrò cercare le persone che vicino nella mia stessa città, aggiungendo magari che amano il sushi, che sono single..vi ricorda qualcosa? Chi, vergognandosi un pò, è stato su Badoo ha già capito dove voglio arrivare.

Da passare le ore a farci gli affari degli altri nostri amici ora inizieremo a cercare gli amici degli amici single, le amiche delle amiche single o in relazione aperta, per non farci mancare niente.

Non ci è dato ancora sapere come la Graph Search influirà sui social media manager e sulle pagine fan, ma non mi stupirebbe che Facebook Adv diventasse uno strumento ancora più potente e preciso di quanto già non sia.

La corsa a chi smanetterà con le impostazione della privacy è già partita, chi passerà in rassegna tutti i “mi piace” alle pagine compromettenti per cancellarli, chi forse stanco di tutto lascerà Facebook. No a questo non credo..del resto Facebook è come una bella donna che ti tradisce ogni volta ma tu sei pronto a perdonarla sempre, perchè il suo richiamo come quello delle sirene, irresistibile.

Commenti