Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Ormai da tempo si parla di Social Network marketing come quel processo che poggia le proprie basi sul fatto che le persone sono connesse tra loro mediante una rete di conoscenze che segue un sistema di regole e comportamenti, i quali vengono introdotti nella Teoria delle Reti.

La Teoria delle Reti, elaborata nel 1999 da studiosi di diverse discipline, dimostrando che la maggior parte delle reti seguono delle regole precise, deterministiche e non casuali.
Il miglior modo quindi, per ottenere l’attenzione dei clienti consiste nel veicolare il messaggio mediante una relazione.

Si comprende così come le comunità virtuali divengano una piazza che permette di comunicare la propria esperienza, ciò che si pensa ad un numero sempre maggiore di persone, integrando contenuto e comunicazione, in modo da permettere a chiunque di massimizzare il valore del contenuto pubblicato mediante l’interazione con gli altri per scambiarsi opinioni e chiarire dubbi.

Pertanto, ogni pezzo di informazione depositata nella comunità virtuale diviene un bene pubblico a cui tutti possono accedere e il cui utilizzo da parte di una persona non lo rende inutilizzabile da parte di un’altra.
Le aziende devono quindi cercare di ritagliarsi una loro pre¬senza in rete, gestendo delle relazioni operative, ponendo la relazione come obiettivo strategico della comunicazione, trovando un suggerimento nello schema delle 4cs of Community:

  • Il Contenuto, che deve essere di qualità è ciò che andrà a creare il vostro brand.
  • Il Contesto, che significa capire come incontrare la gente, dove si trovano, e che è indispensabile per trovare l’esperienza giusta al momento giusto.
  • La Connettività, che ha lo scopo di misurare le attività della comunità e queste possono divenire il nuovo CRM (Customer Relationship Management).
  • E infine la Continuità, cioè l’evoluzione con e per la community.

Credits for Image: StudioSamo

Commenti