Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Nel giro dell’ultimo mese Foursquare, la nota piattaforma social di geolocalizzazione, ha implementato una serie di forti miglioramenti al proprio servizio, voltati ad incrementare l’usabilità e la piacevolezza stessa nell’adoperare sia l’applicazione per smartphone sia l’interfaccia dal sito web.

I miglioramenti infatti, spaziano da quelli per l’utente finale, a quelli per gli amministratori di venue.

Una volta letto e studiato gli aggiornamenti inseriti, ed andati sul sito web di Foursquare per osservare in pratica cos’è cambiato, si ha la piacevole sorpresa che c’è dell’altro!
Non solo facilità di cambio profilo, di creazione degli special, statistiche più leggibili e la possibilità di aggiornare il proprio status come vera e propria fan page (prima gli amministratori di venue avevano un ruolo abbastanza statico), ma anche altre funzioni più strategiche, mirate a rendere più efficiente l’utilizzo della piattaforma, sopratutto per chi deve gestire diversi luoghi collegati tra loro.

Foursquare infatti, dà la possibilità di organizzare i propri luoghi attraverso il concetto di catena!
Tutto parte dal presupposto che chi gestisce un’attività, o la strategia social per altri, sia in testa ad una ragnatela di luoghi, i quali spesso hanno diverse cose in comune, e per cui una gestione singola one to one sarebbe dispendiosa e ridondante.
Pensiamo per esempio ad una concessionaria che oltre la sede centrale ha altre filiali in altri luoghi, finora avrebbe dovuto gestire ogni luogo separatamente. Ora invece ha la possibilità di unire il tutto all’interno di una catena e gestire special, aggiornamenti e quant’altro in una sola volta (o separatamente), riuscendo a rendere più snella la manovra di social media.

Ne saranno contenti colossi come Apple, McDonald’s che potranno gestire tutto in modo più standardizzato ed organizzato, e speriamo ne siano incuriositi anche gli imprenditori italiani.

Non è infatti un mistero che l’utilizzo della geolocalizzazione nel belpaese non sia ancora così diffusa come oltre oceano!
Noi però siamo fiduciosi, e ci aspettiamo che prima o poi, venga data anche a noi la possibilità di avere il parcheggio sempre riservato per il Mayor!
E voi che ne pensate della geolocalizzazione? Ci scommettereste?

Commenti