Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Signori, a me scoppia la testa. Sento al telegiornale che tra gli incentivi previsti in questo periodo buio dal governo c’è l’estensione dell’srl a un euro a tutti, non solo ai giovani sotto i 35 anni. Bene, vi chiedo, se qualcuno ne ha la possibilità, di far sapere al governo che questa srl non esiste. Mi riprometto una ricerca più approfondita ma posso dirvi che ho consultano non uno, ma due commercialisti, entrambi bravi. Uno di questi ha anche chiamato il notaio davanti a me. La risposta è sempre la stessa: tecnicamente forse questa forma di società è anche fattibile, il problema è che non sono totalmente normate le casistiche (es, al compimento dei 35 anni del fondatore, che succede alla società?) ma soprattutto che nessun consulente che vi voglia bene vi consiglierà di farla, e tutto questo è molto triste. Pongo alcune domande:

  • perché questo strumento, a mio avviso validissimo, non può funzionare davvero?
  • verso chi devo rivolgere la mia ira, i professionisti o lo stato?
  • qualcuno ha attivato con successo questo tipo di società?
  • che incentivo può avere un notaio (da quanto capisco comunque necessario) a fare questa stipula gratuitamente senza sbarrare la strada?

La mia sensazione è quella che questi professionisti non ci stiano marciando su per vendere i propri servizi, li vedo (il notaio in realtà non lo so) realmente preoccupati di fronte a un istituto giuridico incerto, ma soprattutto bloccati di fronte alla non fattibilità della cosa, che viene bollata come poco più di una pagliacciata. Detto questo io pretendo di capire, se qualcuno prende in giro me e a che livello si trova questo qualcuno. Non posso credere che siamo ancora alla propaganda, io devo fare una srl, e voglio farlo spendendo un euro, posso farlo, ad oggi?

Qualsiasi contributo è ben accetto

Commenti