Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Quante volte vi siete trovati a dover fare un regalo a un amico, un parente o a una persona importante della vostra vita e a non sapere proprio cosa acquistare? Ebbene, Walmart, la famosa catena di negozi al dettaglio di proprietà della multinazionale americana Walmart Stores Inc., viene in vostro soccorso con un’applicazione molto simpatica dal nome Shopycat.

Lanciata nel Novembre 2011, Shopycat è la Facebook app che utilizza i dati condivisi dai profili dei vostri amici e li trasforma in idee regalo.
Vediamo come funziona nel dettaglio: dopo aver concesso l’accesso alle proprie informazioni personali è sufficiente digitare il nome di una persona presente all’interno della propria lista di amici e attendere la restituzione dei risultati. Basandosi sui dati pubblici disponibili nel profilo dell’interessato e scavando indietro nel tempo alla ricerca di dettagli utili per carpire gusti e preferenze, Shopycat è in grado di individuare il regalo perfetto per la persona di vostro interesse.

Tutti i prodotti individuati dall’app non sono solo quelli offerti da Walmart ma possono anche essere di altri grossi retailers, per citarne alcuni si pensi a Barnes & Noble, RedEnvelope, ThinkGeek, Hot Topic, e molti altri ancora.
In più, qualora i risultati ottenuti non siano soddisfacenti, Shopycat propone un’ampia scelta tra le cartoline regalo, indicando i migliori posti dove compiere l’acquisto.

Il progetto è sicuramente interessante in quanto rappresenta una naturale evoluzione dell’e-shopping in chiave social, ed è attualmente in fase di evoluzione. L’algoritmo alle spalle dell’applicazione è assolutamente complesso se si considera il fatto che gli sviluppatori hanno puntato a fornire risultati che potessero dare suggerimenti non banali, (individuando ad esempio gadget in edizione limitata), e a offrire diverse alternative per evitare di segnalare prodotti già posseduti.

Walmart non è nuova a questo genere di tecnologie dato che ha recentemente comprato “Kosmix“, un’agenzia specializzata nell’analisi in tempo reale dei social media e del mobile. Questa è stata integrata in una nuova entità rinominata “Walmart Labs”, uno strumento grazie a cui Walmart ha la facoltà di effettuare analisi mirate all’aumento delle vendite e alla riduzione degli sprechi.

L’azienda si aggiudica così il ruolo di precursore di un futuro dove una parte non piccola del marketing sarà affidata alle macchine e al loro software. Va considerato però anche il rovescio della medaglia essendo indiscutibile il fatto che l’uso di questi strumenti possa portare a una maggiore invasività nei confronti dei clienti. A tal proposito. nel blog aziendale si assicura che le informazioni e i dati raccolti da Shopycat non sono diversi da quelli richiesti dalle altre app di Facebook (indirizzo e-mail, attività di profilo, interessi, “likes”, location, stato sentimentale) e che non viene effettuata né la vendita, nè la cessione temporanea dei dati in suo possesso ad aziende terze. Inoltre, si assicura che Shopycat non informerà mai tramite notifiche gli amici dell’uso dell’app.

Se vi ho incuriosito andate su Facebook e provate ad utilizzare Shopycat oppure andate a cercare le specifiche pagine dedicate su Pinterest e su Twitter.

Commenti