Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Parliamo di quello che in poche settimane è diventato un vero e proprio caso della rete: Millionaire People.
Nata come community legata alla rivista nazionale Millionaire, Millionaire People ha aperto una propria pagina Facebook in gennaio e ad oggi, a solo quattro settimane dall’apertura, può vantare già più di 2.600 fan.

Si tratta di gruppo di persone i cui valori aggreganti sono spesso dati per scontati: impegno, dedizione, ottimismo, determinazione, amore per ciò che si fa, l’idea è quella di non mollare mai, nonostante tutte le difficoltà, e nonostante il clima di perenne crisi che si respira.

Da pochi giorni, sulla pagina è partito un contest creativo dal titolo “Think Millionaire People”, aperto a tutti i membri della community, in cui bisogna inviare uno slogan pensando alla Milionaire.
Tutti gli slogan, che arriveranno entro il 15 febbraio alla mail millionairepeoplecom@gmail.com saranno votati dalla community sulla pagina Facebook o su Twitter con hashtag #thinkmp. I tre che otterranno più like verranno valutati dallo staff di Millionaire People che sceglierà il migliore.
Il vincitore sarà menzionato sulla rivista nazionale Millionaire con uno apposito spazio dedicato.

Abbiamo intervistato il Dott. Virgilio DeGiovanni, fondatore della comunità di Facebook.

Buongiorno, e grazie per averci concesso l’intervista, com’è nata l’idea di Millionaire People?
E’ nata dal vivere tra le gente il momento attuale. Le tante notizie una più negativa dell’ altra hanno gettato sconforto, apatia, senso di impotenza, rabbia e frustrazione. Niente di peggio per ripartire. Ma oggi occorre andare avanti, con più forza che mai, per non arretrare ancora, questa è la verità

La vostra pagina Facebook ha ottenuto più di 2.400 fan in un solo mese e la crescita ancora non accenna ad arrestarsi, come si spiega questo fenomeno?
Spiega che la gente ha dentro di sè tanta voglia di riemergere, di fare, di costruire. Che non vuole arrendersi e tantomeno fermarsi, ma che vuole invece ripartire. Non dopo….adesso!

Che reazioni si aspetta dal vostro contest?
Ci aspettiamo che qualcuno si faccia vedere, si metta in evidenza, facendo lavorare il cervello. E’ un piccolo challenge, valido per tutti: “sai fare? Fallo!”

Domanda d’obbligo, ci segnala tre start up da tenere d’occhio?
Vi segnaliamo i settori, ancor più interessante:
Il Green: dominerà nei prossimi 20 anni, statene certi
Il Web 3.0: dove si giocheranno le partite che ancora nessuno ha dimostrato di saper organizzare
Dai 60 in su:sta nascendo un mercato di incredibili proporzioni, con molteplici opportunità per servire la classe più anziana….ma spesso più attiva al giorno d’oggi 🙂

Commenti