Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Magari 320 ore!!
Andatelo voi a spiegare ai responsabili commerciali, addetti al trade marketing e soci: il Natale per loro è appena iniziato, e non vedono l’ora che finisca. Tre mesi di Natale sono tanti, soprattutto quando i regali non li ricevi, ma li fai: alla distribuzione!

Parlare con i buyer, addetti vendite, responsabili di reparto e di negozio, convincendoli con le buone se hai un prodotto forte che te lo permette, o con le cattive pagando a caro prezzo ogni singolo metro lineare o quadrato che sia, che lavorando con te anche il loro sarà un felice Natale, richiede sforzi mica da ridere: trattasi di strutturare punti vendita affinché parlino alle persone, spieghino, raccontino, facciano provare se possibile, scoprire, conoscere, assaggiare, criticare, aggredire, comunicare, toccare……vivere, il tuo prodotto!

La sfida di questo Natale è comunque la stessa del Natale di ogni anno: capire fino a quanto investire su un determinato punto vendita, dettagliante o della grande distribuzione, in energia, creatività, spazio, per poter valorizzare al massimo nella sue peculiarità ogni articolo, con l’obiettivo di renderlo unico, com’ è unico il suo cliente.

Se qualcuno ha una formula perfetta, o qualche semplice consiglio, siamo pronti ad ascoltare: per salvare la vita di qualche marketer questo ed altro.

Ma abbiamo una certezza: non vincerà l’improvvisazione!
Pensiamo che alla base del successo ci sia un lavoro di conoscenza reciproca, di fiducia e confronto: tra i produttori e la distribuzione, e tra la distribuzione e il consumatore.
Che non si improvvisa negli ultimi tre mesi dell’anno, che nasce da una partnership e da scelte condivise di lungo periodo tra produttori e distribuzione, e di dialogo, tanto dialogo, tra distribuzione e consumatori finali.

Siamo pronti? Partiamo. Buon… lavoro!

Commenti