Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Abbiamo intervistato Andrea Marin, responsabile tecnico di MR Service, che ci racconterà la sua esperienza nell’approcciarsi al Social Media Marketing, quali sono state le difficoltà riscontrate dall’azienda e quali invece i risultati dell’investimento.

Presentaci un po’ Mr Service, di cosa vi occupate qual è la vostra specialità?

Siamo una PMI che si occupa da sempre di servizi di telecomunicazione per le aziende, praticamente vendiamo, installiamo e facciamo assistenza sulle centrali telefoniche che forniamo. Il nostro partner principale è la multinazionale Alcatel Lucent. Per noi si è dimostrata, e a tutt’oggi lo è ancora, la migliore scelta tecnica che potevamo fare anni fa.

Siamo nati nel 1982 e da subito la proprietà a puntato sulla conoscenza tecnica del proprio personale e sul rapporto diretto con i nostri clienti. Ogni due o tre anni dobbiamo certificarci per dimostrare la nostra conoscenza sui prodotti Alcatel Lucent e sui prodotti degli altri fornitori. Questo ci obbliga ad avere un team tecnico sempre all’altezza della tecnologia presente sul mercato. Da qualche anno sono previsti esami di certificazione anche per il reparto commerciale che deve quindi dimostrare la conoscenza dei prodotti e delle possibili realtà aziendali su cui adattare i nostri progetti.

La qualità che più ci viene riconosciuta dai nostri clienti, dai partner e dai concorrenti è quella di essere stati in grado di creare una struttura tecnica che segue nello stesso modo i grandi clienti con centinaia di interni e i piccoli studi con cinque apparecchi. Per noi hanno tutti la stessa importanza, sono tutti risorse per la nostra realtà e per il nostro futuro. Sembra scontato ma vi assicuro che non lo è.

Com’è nata l’idea di usare i social per la promozione?

Circa tre anni fa, durante il periodo di crisi del 2009 in cui veramente il mercato era fermo per noi, ci siamo guardati in faccia e abbiamo deciso di trovare strade alternative per la promozione del nostro business. Nel frattempo studiando le diverse opportunità e tipologie di soluzioni proposte, ci siamo accorti che fino ad allora noi della MR Service, come migliaia di altre realtà aziendali in questo e in altri settori, non ci eravamo mai pubblicizzati sfruttando il nostro nome e la nostra immagine.

Osservando il panorama delle PMI italiane che lavorano nell’ambito dei servizi di telecomunicazione e trasmissione dati è facile trovare aziende che promuovono solo il marchio trattato, Alcatel Lucent, Cisco, Siemens etc

Volevamo cambiare strada, far capire a chi non ci conosce che tipo di realtà siamo e soprattutto che tipo di persone siamo. Un’azienda è sempre fatta da persone soprattutto una PMI tecnologica attiva da 30 anni nello stesso campo.

Abbiamo iniziato cercando partner nel mondo della comunicazione e del web passando, a dire la verità, da situazioni poco proficue e professionali ma facendo tanta esperienza. Abbiamo cambiato grazie ai suggerimenti ricevuti il sito web facendolo diventare ad oggi il centro delle nostre comunicazioni pubbliche. Abbiamo attivato una newsletter verso i nostri clienti per comunicare promozioni, attività ed eventi e una newsletter verso il resto dei contatti che riceviamo.

Circa un anno fa poi abbiamo trovato un partner con cui è subito cambiato qualcosa: Netpropaganda di Rudy Bandiera. L’approccio che ci ha mostrato verso i social network e al pubblico che ci segue è stato chiaro e semplice, comunicare ciò che sappiamo. Semplice, mica tanto però per chi ha sempre lavorato nella tecnologia e non nella comunicazione.

Dopo i primi mesi di assestamento per capire cosa Netpropaganda voleva da noi, ad un certo punto è cambiato tutto. I canali social sono diventati un’attrazione per nuovi clienti. Abbiamo iniziato a ricevere email da ogni parte d’Italia, telefonate per informazioni sui prodotti e servizi e non di meno abbiamo iniziato a vendere centrali telefoniche anche tramite le pagine di Facebook , Twitter , LinkedIn.

Consiglieresti ad una PMI di investire in questa direzione?

Certamente si e lo stiamo facendo verso tutti i nostri clienti e partner che purtroppo ancora non lo fanno. Troviamo difficoltà nel far capire il perché attualmente una strategia di social marketing debba essere affiancata alla normale attività commerciale di un’azienda.

Quali sono i vostri progetti futuri?

Stiamo pensando di organizzare eventi per promuovere la nostra azienda, ad oggi si vedono eventi di ogni tipo che promuovono prodotti e servizi, noi vorremo trovare il modo giusto per farci conoscere anche grazie a questo tipo di attività sociali.

Grazie a Rudy Bandiera

Commenti