Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

…il signore elegante entra a mezzogiorno in punto. Soffia via la brina dal loden e prende posto tra i tavoli di legno scuro. Sfoglia il menu e ordina un Giusto, accompagnandolo con una robusta rossa irlandese. È il primo cliente: che brividi, che istanti eterni! Dopo un solo morso però il signore elegante alza la testa, e nel silenzio del locale sentenzia: “se preparerete i panini sempre così, farete fortuna”.
Milano. Corso Garibaldi 125. Giovedì 8 febbraio 1979. Il sipario si è alzato. La gente intraprendente, immaginativa, veloce, giusta ha trovato il suo luogo d’elezione. E d’ora in poi sarà per sempre…

Quella con cui ho aperto questo post è la storia di un progetto tutto Italiano e nello specifico Milanese legato al settore food: Panino Giusto.

L’Italia è spesso sinonimo di buona cucina, prodotti di eccellenza e mani sapienti che li sanno lavorare… proprio una tradizione radicata negli anni ed un forte orientamento alla qualità totale, sono gli ingredienti di un progetto ambizioso ma ben ancorato alla realtà vissuta giorno dopo giorno… I prodotti e le persone sono il fulcro di questo modello di business che, nato nel nostro paese, oramai guarda all’estero con una certa consapevolezza.

Tutto questo però non esclude uno sguardo alla rete, alle applicazioni web e ad un approccio commerciale orientato al futuro.
Senza dubbio chi opera nel retail, ha oramai la necessità di integrare ai servizi tradizionali quelli legati al “mondo virtuale”. L’obiettivo è chiaramente quello di creare una relazione con i propri clienti attuali e potenziali, ascoltarli e dialogare con essi anche solo per ringraziarli della fiducia concessa o per scegliere insieme le opportunità di sviluppo future.
Panino Giusto ha scelto (per ora!) le due piattaforme principali ed oramai indispensabili per qualsiasi realtà in ambito retail che abbia l’obiettivo di proporsi al mondo: Forsquare e Facebook.

La prima è appunto Foursquare, il più grande servizio di geolocalizzazione: il brand, con la sua pagina ufficiale ha pensato di attivare delle promozioni, dedicate ai “major” (frequentatori più assidui) dei locali e ai nuovi arrivati; tali offerte sono attivate in alcuni store di Milano.
Ovviamente Panino Giusto è anche su Facebook con la una fan page dove propone in maniera continuativa e varia, contest e iniziative sia proprie che collaborative. Una delle iniziative più riuscite è stata senza dubbio “Crea il tuo Panino”; l’applicazione ha dato la possibilità ai partecipanti di creare il proprio panino scegliendo tra diversi ingredienti, tutti ovviamente selezionati, dargli un nome e pubblicarlo sulla propria bacheca! A conclusione del contest la giuria di esperti di Panino Giusto, ha votato e scelto la migliore creazione che è stata presente nel menù per una settimana, all’interno del locale scelto dal vincitore.
Potete vedere le foto della serata di premiazione del vincitore!
Sicuramente un’iniziativa per palati fini e buone forchette ma non solo… gli internauti food addicted più attenti hanno potuto dar sfogo alle proprie voglie culinarie!

In conclusione si può affermare che in un settore, quello retail, dove la concorrenza è spietata, i grandi gruppi dispongono di grossi budget e il mercato è totalmente consumer driven, le aziende medio piccole e piccolissime, devono per forza correre più veloci, essere flessibili e creare delle solide relazioni con i propri clienti.
Le tecnologie web senza dubbio possono aiutare e non poco, ma devono essere utilizzate con consapevolezza e con l’aiuto di persone esperte; il fai da te non paga.
Detto questo, stiamo parlando di una strada percorribile, indipendentemente dai budget e dalle dimensioni del business. I punti vendita in generale hanno oggi l’opportunità di creare un forte engagement con i clienti più affezionati e instaurare un rapporto con quelli potenziali. Vetrine virtuali, proposte di deal pensati ad hoc, sistemi di fidelizzazione basati sui check-in e geolocalizzazione, comunicazione in-store e micro-marketing sono solo alcuni tra gli strumenti a disposizione dei “Piccoli” per correre più veloci e dinamici verso il successo.

Commenti