Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
Alfa 8C Competizione. Il nome dice già tutto… La sigla 8C evoca le Alfa Romeo 8 cilindri degli anni ’30-’40; il termine “Competizione” è un omaggio alla 6C 2500 Competizione, storico coupè sportivo degli anni 50, che guidato dalla coppia Fangio-Zanardi, vinse la mitica Mille Miglia.
Questo nuovo modello dell’Alfa Romeo, ispirandosi al passato, vuole quindi proiettare nel futuro i valori di tecnologia ed emozione. E’ un bolide che può raggiungere i 290 Km/h e passare da 0 a 100 Km/h in poco più di 4 secondi. L’alfa Romeo torna quindi a far parlare di sé nel campo delle auto sportive con la S maiuscola, grazie soprattutto alla collaborazione con il Polo sportivo della Maserati, altro marchio storico italiano che sta cercando (e ci sta riuscendo alla grande!!) di rilanciarsi nel campo delle auto Gran Turismo, quelle auto che dagli anni ‘50 in poi hanno fatto sognare migliaia di persone. E nella 8C competizione si vede tutta la voglia dell’Alfa Romeo di far rinascere questi miti del passato: la linea è innovativa, e anticipa molti elementi che caratterizzeranno le future vetture Alfa Romeo, ma è una linea che si arricchisce di emozioni e suggestioni di vetture che hanno caratterizzato il passato di questo marchio tutto italiano.
Al meraviglioso design è poi stata unita tutta l’esperienza ricavata dall’Alfa nel mondo delle Corse: l’aerodinamica è curata al massimo grazie soprattutto alle prove eseguite in galleria del vento, i materiali utilizzati sono all’altezza di una vera sportiva, con ampio utilizzo di carbonio e alluminio, le caratteristiche degli elementi meccanici sono all’avanguardia tecnologica, basti vedere il cambio robotizzato e il differenziale autobloccante. Insomma l’Alfa con la 8C Competizione ha voluto realizzare un vero e proprio gioiello che stupisce già al primo sguardo: gomme larghe, assetto basso, nuova interpretazione dei baffi e dello scudo caratteristici delle vetture della casa del Biscione, stile aggressivo ma allo stesso tempo equilibrato, un’ampia gamma di personalizzazione degli interni. Il suono prodotto dal V8 di 4700 cm3 è pieno e convincente: ogni piccolo particolare è stato curato per permettere ai fortunati possessori di quest’auto di vivere un’esperienza di guida unica.
Queste emozioni saranno (purtroppo) riservate a pochi dato che i modelli realizzati sono in un numero limitato di 500 esemplari, tutti ovviamente ordinati nel giro di soli 15 giorni. Sono significative le parole che ha espresso il responsabile del brand Baravalle: “Avremo potuto venderne duemila in tutto il modo e c’è perfino chi ha tentato una speculazione rivendendo la prenotazione”. Da ciò si deduce la volontà dell’Alfa di realizzare un modello esclusivo riservato ai veri appassionati del marchio; infatti anche le modalità di prenotazione sono speciali in quanto non è ordinabile dai normali concessionari, ma per ogni mercato c’è un Brand Ambassador responsabile che si reca di persona a conoscere il cliente per valutare se può essere “degno” di possedere una 8C Competizione. I mercati principali di quest’auto sono: USA (la 8C rappresenta il ritorno delle Alfa in America), Italia (tra gli acquirenti c’è anche il manager della Fiat Marchionne), Germania, Regno Unito, Francia e Svizzera. A mio parere ritengo che questa sia una macchina veramente eccezionale, e spero vivamente che l’esperienza che trarrà l’Alfa da questo gioiello, possa avere un seguito con la realizzazione di auto sportive di serie, ovviamente meno esclusive della 8C (ma altrettanto affascinanti), che permettano il rilancio di un settore di questo grande marchio italiano che da un po’ di anni era stato un po’ lasciato in secondo piano.

Federico Filon per marketingarena

Classe 1985 ho conseguito la laurea triennale in ingegneria civile all’università degli studi di Padova, e ora sto seguendo la laurea specialistica con curriculum strutture nello stesso ateneo. Oltre ad avere una grande passione per quello che studio sono un grande appassionato di automobili, e infatti il mio primo articolo lo conferma! 🙂 Sono inoltre un gran navigatore del web e seguo soprattutto i siti di sport, auto, informazione, e quelli legati all’ingegneria. Ritengo che marketingarena sia un bel progetto e sono contento di aver iniziato a farne parte! A presto!

Commenti