Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
Di recente si sente ovunque parlare di ambiente e tutela dello stesso, di inquinamento, di effetto serra, di disboscamenti e tanto altro… il tema inoltre l’ho affrontato di recente in una relazione che ho scritto per un corso universitario e, anche se in quel caso l’attenzione era concentrata maggiormente sul mondo delle automobili, mi sono reso conto davvero dell’importanza del problema, e in quanto tale andrebbe preso in considerazione soprattutto dagli economisti e dagli imprenditori, che in fondo forse sono anche la prima causa del problema… delle soluzioni servono e sono immediate, le risorse energetiche comunque un giorno finiranno e le persone continuano a morire di inquinamento e di cancro…
Nelle mie riflessioni però, devo essere sincero, non ho mai pensato che si potesse fare qualcosa anche con internet… voglio dire: mi rendo conto benissimo che la propaganda e i messaggi che si possono trovare in rete sono molti di più e in fondo forse anche più efficaci di quelli trasmessi dagli altri media… ma fisicamente dico… che si potesse ridurre l’inquinamento… non ci avrei mai pensato…!?
Ci ha pensato invece Google, che con un altro gran colpo di genio ha creato Life Gaatle Search, un motore di ricerca con lo sfondo completamente nero… forse i risultati di ricerca sono un po’ più fastidiosi da leggere ma l’uso di uno sfondo di questo tipo porterebbe con sé un risparmio energetico di circa 200.000 euro all’anno su tutto il pianeta, che non sarà molto ma di sicuro contribuirebbe anche in minima parte a salvare qualche cosa… Trovo quella di Google una manovra interessante e degna di nota, anche se lo scopo finale più che il risparmio energetico è forse la sensibilizzazione, ma, come ho detto sopra, in internet dal mio punto di vista si agisce meglio che in altri luoghi.

Stefano Guerra

Commenti