Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Secondo alcuni studi, almeno 600 milioni di persone nel mondo sono mancine. E nel 2020 questo numero aumenterà fino al miliardo di persone.

Ma cosa vuol dire essere mancini? Secondo gli studi neurologici (che non riporterò in questa sede), vuol dire avere non solo una diversa prospettiva, ma anche utilizzare il cervello in maniera “diversa”, privilegiando un emisfero (il destro) rispetto all’altro.

Dal punto di vista delle abitudini quotidiane, il diverso approccio dei mancini copre numerose attività o gesti, tra cui:
– scrivere
– usare le forbici
– pettinarsi
– usare lo spazzolino
– usare una posata
– lanciare una palla
– …

Questi e altri dati, riguardanti le abitudini e gli stili di vita dei mancini, sono stati raccolti da Anything Left-Handed , un negozio nato a Londra che dal 1968 si occupa di prodotti per persone mancine.

Tra i prodotti venduti, si possono trovare forbici, posate, accessori per la casa, equipaggiamenti sportivi, vestiti, prodotti per bambini, strumenti musicali, idee regalo, e molti altri prodotti pensati per i mancini, come speciali tazze per mancini, righelli con i numeri al contrario, e perfino un boomerang per mancini! Inoltre, come si può vedere anche nel sito, l’espansione di questo business non si ferma ai soli prodotti generici: una recente collaborazione con la Stabilo, ha permesso di produrre e commercializzare un tipo di evidenziatori solamente per i mancini. Questa “moda” ha contagiato anche il target “destrimane”, che ha fatto aumentare la domanda a tal punto che i simpatici evidenziatori sono stati prodotti anche per i destri.
Infine, nel sito è possibile entrare a far parte del club dei mancini: questo club, nato nel 1990, si propone essenzialmente di organizzare eventi o più semplicemente di costituire dei gruppi di discussione sulle difficoltà quotidiane dei mancini, come quelle legate ai bambini e al loro apprendimento (della scrittura) a scuola.

Il modello di business lanciato, e rilanciato anche sul web, sembra aver funzionato: nel 2002 il sito ha vinto il premio del UK E-commerce Awards (http://www.ecommerce-awards.co.uk/).
Al di là del successo indiscusso di questo business di nicchia, non ci sono dubbi sul fatto che anche in questo caso, a partire dalla ricerca di un bisogno reale, si sia poi arrivati a proporre una moda, che forse ormai non è più cosi tanto di nicchia.
Che ne pensate?

Filippo Minelli per marketingarena

http://www.anythingleft-handed.co.uk/
http://thelefthand.com/index.html
http://www.leftorium.com/

Commenti