Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Il 21 febbraio a Londra Nintendo Wii riceve il premio European Gadget of the Year, come miglior prodotto tecnologico dell’anno, all’interno della cerimonia europea degli Shiny Media Gadget Awards 2007, un evento che coinvolge i maggiori blogger del settore ed è lo stesso che ha premiato l’ipod di apple l’anno scorso.
A questo punto vengono naturali un paio di considerazioni: qual è stato il fattore scatenante del successo di Nintendo? È paragonabile a quello della Ps? Chi vincerà?

I dati numerici sono spaventosi per questa consolle: cercare di sfondare un mercato ormai saturo ed abituato al meglio non è per niente facile, e non so se si può già dire che Nintendo ci sia riuscita, ma soltanto pensare al fatto che in 10 giorni ha venduto in Usa e Giappone un milione di consolle, è un dato che fa riflettere, e non poco.

Il successo sembrava dunque assicurato al lancio e confermato ad oggi; ma quali sono stati i fattori principali di tutto ciò? In primis sicuramente la tecnologia elettronica utilizzata, che si caratterizza per la possibilità di rilevare i movimenti nello spazio, e che offre molto più realismo e più divertimento al consumatore, rispetto alle consolle tradizionali; in secondo luogo la facilità di utilizzo del gioco, ha permesso, secondo le prospettive della direzione generale, di andare a coprire una fetta di mercato ancora vergine, quella dei non-videogiocatori, infatti il GM di Nintendo Italia ha dichiarato che grazie alla nuova tecnologia usata, l’azienda conta di raggiungere un pubblico nuovo, quello finora non attratto dai videogiochi appunto, e viste le cifre di vendita sembra ci siano proprio riusciti; in terzo luogo viene da chiedersi se il design ha contribuito, come nel caso dell’ipod, a far vincere il modello e a personalmente la mia risposta è negativa, in quanto ritengo che paragonato a quello di Play Station, non vi sia nemmeno un confronto possibile, cioè la piattaforma wii ha le sembianze di una “semplice consolle”, non certo di un oggetto di arredamento come quello di Sony, tuttavia potrebbe essere che la scelta non sia casuale; Quarto e ultimo, ma non meno importante, fattore di successo è stato sicuramente il prezzo di lancio, che anziché essere spropositatamente elevato, si è proposto come accettabile ed allo steso tempo più basso della concorrenza ( a dicembre, al lancio, nintendo costava 259 euro, mentre xbox 360 versione completa costava 399 euro e addirittura 599 euro per la Ps3).

A questo punto viene davvero da chiedersi chi vincerà tra Sony, Microsoft e Nintendo… la sfida è aperta, e soprattutto giocata su fronti diversi: Sony mira ad una tecnologia elevata, ad alta qualità del prodotto ed ad un design incredibile, Microsoft e Nintendo non hanno forse lavorato molto sul design e sullo status symbol del bene, ma hanno preferito rispettivamente target e strumenti diversi, quali ad esempio le comunità virtuali (celebre è il caso di xbox live) o la tecnologia wii di cui si parlava sopra. Alla fine sarà dunque è difficile dire oggi chi vincerà, ma credo in fondo ci sia spazio per tutti e tre e per una sana concorrenza: è presto parlare di vinti e vincitori, la battaglia è appena iniziata; è vero che wii sembra aver battuto alla grande ps3 ma è vero anche che il prezzo di quest’ultima si presenta ancora molto elevato. Vedremo.

Stefano Guerra per Marketingarena

www.zacinto.net “Nintendo Wii arriva in Italia”
www.macitynet.it “Il genio di Nintendo Wii batte la forza di PS3, per ora…”
www.nintendo.it

Commenti