Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook
Al giorno d’oggi perfino la stanza da bagno dei locali pubblici quali hotel, ristoranti, teatri, aeroporti e discoteche può diventare fonte di ispirazione per i designer di tutto il mondo.
Ciò che li differenzia da quello di casa nostra è la mancanza d’ intimità che connota, quindi, un’esperienza di “passaggio” e spesso siamo abituati ad associare questi bagni alla mancanza di igiene, a stanze fredde e scomode ma è stato dimostrato come tutto possa assumere un significato differente con la giusta dose di creatività.
Sono spazi fonte di vere e proprie espressioni artistiche con progetti talvolta spettacolari.
Ne abbiamo degli esempi spostandoci nelle città più importanti come New York dove nel quartiere di Manhattan al bar “XL Chelsea”, le toilette sono state disegnate da “Desgrippes Globé Group” e caratterizzati da un lungo acquario collocato al posto degli specchi sopra i lavabi.
Qualche anno fa è addirittura uscito un film del regista orientale Fruit Chan, dal titolo “Public Toilet” in cui un universo fantastico trova il suo centro in un bagno pubblico.
A Londra, invece, nel sobborgo di Kingston-Upon-Thames nel 2003 hanno trasformato i vecchi bagni in una galleria d’arte dal nome “The toilet gallery” che vengono anche utilizzati per rappresentazioni teatrali.
All’indirizzo internet www.thebathroomdiaries.com si trovano le ultime tendenze in giro per il mondo riguardanti questo campo ed è bene notare come esse possano farci vivere anche esperienze non solo artistiche ma anche di tipo tecnologico essendo addirittura dotati di reti wireless.
Al politecnico di Milano vengono organizzati corsi di formazione sul tema, davvero interessante.
Quali implicazioni di marketing? Sicuramente il public toilet design è un ramo emergente e interessante, gli articoli in merito puntano multo sull’economia delle esperienze e la ridefinizione degli spazi, io ritengo che a livello marketing il bagno sia uno dei luoghi fino ad oggi solo parzialmente influenzati dal design, forse è più l’arte ad essere entrata in tali luoghi. Ad oggi le public toilet sono luohi che non possono prescindere dal contesto in cui sono inserite, è chiaro che un ristorante di lusso non potrà non riservare accorgimenti anche a questo spazio, presumibilmente in accordo con l’offerta che a livello marketing intende offrire (una provocazione: per la serata a tema bisogna considerare una public toilet a tema?)
Francesco Codamo

Commenti