Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook


Come avrete notato marketingarena ha fatto una piccola pausa per le feste. Da oggi tutto torna alla normalità, personalmente ne ho approfittato per una 4 giorni londinese assolutamente interessante.
Il focus della vacanza non era di certo sul marketing ma in una città del genere è impossibile non pensare: le cose che più si notano sono a mio avviso legate all’importanza del design come killer app per i prodotti alto di gamma, l’assoluta ammirazione inglese per l’italianità (soprattutto nella moda) ed infine la totale brandizzazione di qualsiasi luogo o mezzo, brand che ormai convivono con la popolazione senza problemi.
Ad internet riservo due righe a parte perchè la rete è perfettamente integrata nella vita degli inglesi, a mio avviso molto più di quanto accada in Italia. Un mio personalissimo metro di giudizio per valutare la penetrazione dell’on-line nel totale pubblicitario è legato all’osservazione (nel senso di guardare) delle indicazioni off line che portano ad internet. Dalla Virgin ai negozi di vestiti sono in molti ad aver pianificato campagne off line incentrare sul sito web, la metropolitana ospita un numero di affissioni spaventoso, molte di queste mandano dritti sul web. Credo comunque che internet tragga vantaggio dall’assoluta dimestichezza inglese con carte di credito e transazioni immateriali, pagare 3 pound (4.5 euro) con la carta di credito è infatti assolutamente normale per l’inglese medio.

La foto di copertina di oggi è dedicata a Bears papa’s, 300 punti vendita nel mondo, uno in Europa. A Londra. Questo negozietto fantastico serve praticamente solo cream puffs che vengono farciti al momento con una crema deliziosa, il costo è di 1.30 pound. A mio avviso questa idea è favolosa perchè siamo di fronte quasi a un monoprodotto (o comunque il prodotto in assoluto leader all’interno dell’assortimento) che però fa davvero successo. Mi piace segnalare questo piccolo negozio alimentare perchè a mio avviso incarna tutte le caratteristiche del marketing più bello: comunicazione semplice, prodotto nuovo e di qualità, almeno una caratteristica molto specifica

In conclusione una Londra da non perdere, soprattutto in periodo di saldi! Lasciamo stare il cibo perchè li, secondo me, c’è ancorna un pò da lavorare..

Giorgio Soffiato

Commenti