Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

È natale, finalmente, e il markettaro può esprimere nuovamente la sua creatività sbandierando a destra e a manca promozioni, pubblicità speciali, e altre splendide iniziative dedicate…

Direttamente dagli Stati Uniti, si apprende che Wal-Mart ha deciso di “riprendere il Natale” nel suo marketing. Adesso infatti, come si legge in questo articolo, , ci saranno articoli speciali – “seasonal merchandise” – marchiati “Christmas” anziché “holiday”, per onorare a pieno la festa tanto attesa…anche per la pressione dei gruppi religiosi che la volevano maggiormente enfatizzata!

E proprio la chiesa americana ha proposto un sondaggio a proposito del marketing di Natale:
Qui si parla di product placement di Natale: in particolare, grazie al decreto Urbani del 2004, che permette il riferimento esplicito di qualsiasi forma di promozione all’interno dei film (senza più essere considerata “pubblicità occulta”), potremo assistere al cinema a una vera e propria promozione…Si parte con “Commediasexi”, il cui regista Alessandro D’Alatri dichiara: “Finalmente una legge che mi consente di utilizzare i marchi!”. Il produttore Tozzi ha anche ammesso che questo tipo di promozioni servono a finanziare il film, e difende il product placement cinematografico dicendo che:

“”Si tratta di un inserimento non forzato, che non stona con le immagini del film. Al contrario, il product placement ha consentito di aumentare ancor di più il livello del film dal punto di vista visivo”

si apprende che in totale saranno 9 i prodotti in vista!. Una dozzina, invece, quelli presenti nell’ultimo film di Boldi, “Olè”! Il reparto marketing di Medusa Film ha collaborato anche nella fase di lancio del film – dicono – e in particolare grande attenzione è stata riservata all’ultima consolle della Sony…

Filippo Minelli per MarketingArena

Commenti