Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Mercoledì scorso si è tenuta presso la suggestiva cornice dell’isola di San Servolo a Venezia il Workshop ”Cultura per le masse, il ruolo delle nuove tecnologie per la gestione dei flussi turistici nelle destinazioni culturali”.

Un’interessata rappresentanza di Marketingarena (Luca Dalla Villa e Ilaria Paparella) non poteva certo mancare, non si ha spesso l’opportunità di assistere a questo interessante seminario con personalità di rilievo da tutta Italia e dall’estero!

La mattinata è iniziata con l’apertura dei lavori del prof Stefano Micelli e il prof Andrea Granelli (CNR) che hanno ben inquadrato il problema: “Venezia come Roma e moltissimi altri centri d’interesse turistico stanno progressivamente perdendo la dinamicità della propria offerta turistica che si accontenta si uniformarsi su canoni abituali e su strade già troppo battute.

Il Prof Andrea Granelli (CNR) ha quindi colto l’incipit sottolineando la distanza profonda tra una domanda turistica di massa e un’offerta in difficoltà nell’interpretare l’evoluzione del mercato e costringe a nuove forme di segmentazione che mettano il luce la diversità di interessi e di stimoli culturali (e non).

In un quadro turistico così complesso c’è bisogno di una organizzazione precisa e puntuale altrimenti vedremo magnifici luoghi artistici appiattiti dalle stereotipate immagini che Flickr ci da di Venezia ( Carnevale, San Marco e Rialto) , luoghi che hanno segnato la nostra cultura nazionale depauperati dei significati più profondi per diventare parodia di loro stessi.

In un gioco d’intesa Micelli e Granelli hanno ipotizzato alcune soluzioni a questo cupo scenario credendo nel ruolo cruciale delle nuove tecnologie per fornire servizi e soprattutto informazioni a persone per motivarle a scoprire altro di questa stupenda città.

Portali internet, sistemi wireless, palmari e telefoni cellulari saranno le modalità e i canali ovvi nel prossimo (roseo) futuro per un turismo d’avanguardia: suggerire nuove canali tematici che seguano il visitatore un po’ ovunque dandogli chiavi di conoscenza e proporre nuovi percorsi che assecondino le inclinazioni di ognuno e i desideri di scoperta.

Il tema è stato poi approfondito da Antonio Paolo Russo dall’università di Tarragona che ha messo in luce qualcosa che magari tutti sanno ma spesso non si dice: un turista pernotta sul lago di Garda e viene a Venezia solo in giornata portandosi dietro il pranzo al sacco, quindi NON SPENDENDO!

A metà mattinata, con grande stupore accogliamo la dott.ssa Isabella Scaramuzzi, responsabile del COSES che con molta schiettezza ed enfasi ha ripreso i problemi di Venezia proponendo di smettere di vederla come un caso unico al mondo ma di promuovere invece tutto l’interland veneziano(Chioggia-Marghera-Jesolo) .

La mattinata è conclusa con l’intervento di Peter Mechels, dell Media e Design Academy di Bruxelles che ha stupito la platea dimostrando come basti poco ben farsi ricordare nella mente del turista e che …bisogna offrire un sogno!

Durante la pausa pranzo, attorniati da un buffet delizioso e dell’ottimo Custoza, ci siamo divertiti a raccogliere opinioni e commenti con i protagonisti mattutini di questo Workshop!

Da primo, il Dott Granelli (CNR) che ci ha fatto un’ottima impressione mostrandosi molto disponibile. Necessario quindi fare quattro chiacchiere con il nostro prof. Micelli per raccogliere la sue impressioni della seduta e poi, un po’ cauti e un po’ incoscienti abbiamo voluto intervistare “Nini” Scaramuzzi che non ha finito di stupirci grazie alla sua verve.

Ultimo ma non ultimo, come si dice in questi casi, siamo andati ad intervistare l’ospite internazionale della mattinata Peter Mechels.

Tirando le somme, abbiamo avuto l’occasione di pensare al turismo in un ottica totalmente diversa da quella che solitamente ci è stata proposta, ma anche di entrare in contatto con persone che sebbene si possano considerare “arrivate” nei loro rispettivi campi, si mostrano interessate alle tendenze più attuali non disdegnando le piccole esperienze di noi studenti: questo non può che farci molto piacere!Grazie ancora!

Nel pomeriggio sono stati analizzati alcuni interessantissimi casi di successo che sono stati magistralmente riassunti da www.firstdraft.it, lasciamo a questo blog amico il piacere di proseguire nella storia!

Gli autori sono a completa disposizione per chiunque ne volesse sapere di più!

Luca Dalla Villa e Ilaria Paparella per marketingarena

Commenti