Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

“I mercati reali non possono permettersi di sottovalutare i network sociali. E non lo fanno. La pubblicità online – come attestano tutte le ricerche – continua a crescere a 2 cifre % ogni trimestre a livello globale. I giovani sono sempre più online e sempre meno davanti alla tv. Per far conoscere ai giovani un marchio, un’idea, un brano musicale o semplicemente un prodotto, è sempre più indispensabile passare dai network sociali” (Luca De Biase, il Sole24ore, inserto “tecnologie business”)
“I network sociali non sono media nei quali il pubblico aspetta passivamente il messaggio commerciale: qui il pubblico è attivo, critico, veloce. Qui il marketing non ragiona in termini di target, ma di community. E nelle community si parla con gentilezza, si ascolta, si rispettano le opinioni. Con internet e la crescita del pubblico attivo, il marketing non sarà mai più come prima” (Luca De Biase, il Sole24ore, inserto “tecnologie business”)

Riporto questi due passi in quanto mi sembrano molto significativi nel delineare una situazione, quella del marketing relativo ai network sociali (Myspace, YouTube, ma anche gli italiani Segnalo.it, DueSpaghi e Scrive.it) in fermento e con implicazioni di marketing che oggi non si possono più trascurare. Il punto chiave è uno: i giovani si intercettano in rete, sempre più frequentemente e con maggiore probabilità di successo. Ma serve un marketing nuovo, meno invasivo e “formale” rispetto a quello di stampo classico, che comunque è uno strumento indispensabile per un mercato diverso, quello off-line.
Servono nuovi strategie di comunicazione più che strumenti tecnici: è paradossale come con l’avvento delle tecnologie il principale vantaggio competitivo sia la creatività del manager e non tanto la padronanza della “macchina” (ormai le imprese sono tutte sullo stesso piano: in internet sostanzialmente non è che si possa inventare chissà quale diavoleria ultratecnologica). Spazio dunque a soluzioni nuove, originali, innovative che sappiano colpire l’attenzione del target di riferimento.

È una sfida che noi, nuove leve del marketing, abbiamo voglia di raccogliere. Dateci una possibilità, è nel vostro interesse.

Gianluca Marconato per Marketingarena

Commenti