Email this to someoneBuffer this pageTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on Facebook

Le star non si spogliano soltanto per guadagnare qualche copertina, lo fanno anche a fin di bene! Che dire di Dita von Teese, Naomi Campbell e Winona Ryder unite (e nude…per ogni maschietto penso sia proprio una bella immagine) per sostenere la prevenzione del cancro alla pelle per la campagna promossa da Marc Jacobs?

Ma ricordate per caso lo scandalo in cui fu coinvolta una cleptomane di nome appunto Winona Ryder colpevole di aver rubato abiti griffati di uno stilista molto noto saccheggiano i magazzini Sacks? Ecco, lo “stilista molto noto” era proprio Marc Jacobs che adesso l’ha voluta come testimonial per l’iniziativa benefica, vestita solo di un cartello dal messaggio molto esplicito e addirittura in uno spot che rimanda al “vizietto” dell’attrice e suona così: “protect your skin you’re in save your ass” che più o meno sarebbe “proteggi la pelle per salvarti il c***”.

La Ryder ha acconsentito a farsi fotografare da Juergen Teller in uno spot che rimanda chiaramente al furto da lei commesso anni fa sulla Fifth Avenue. In uno scatto è ritratta in un camerino, in un altro indossa un pullover proprio accanto a una valigia zeppa di indumenti e a un paio di forbici (simili a quelle con cui Winona staccava gli anti-taccheggio dai vestiti, prima di mettere a segno il colpo).
La parabola del figliol prodigo in chiave moderna. L’onor proprio che abbassa la testa in onore della visibilità.. almeno sta volta si tratta di una buona causa!

Ilaria Paparella per marketingarena

Commenti